Tre persone sono state arrestate al di Domodossola (VCO): due erano perche’ dovevano scontare ancora una pena residua, il terzo per aver violato gli domiciliari. Si tratta di due cittadini romeni e di un italiano, fermati dalla polizia di frontiera alla stazione ferroviaria internazionale di Domodossola.

Il primo e’ un uomo di 34 anni, residente in Germania, in viaggio sull’Eurocity 59 proveniente da Basilea e diretto a Milano: su di lui pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Cuneo per il reato di danneggiamento commesso a Saluzzo nel 2018: doveva scontare ancora 6 mesi di carcere. Stesso provvedimento per una donna di 29 anni, residente a Napoli, rintracciata su un treno proveniente dalla Svizzera.

LEGGI ANCHE  Vaccini a Napoli: nel week end l'hub mobile a Porta Capuana
ADS

L’ ordine di arresto – doveva scontare ancora due mesi di carcere – era stato emesso dalla Procura di per aver piu’ volte violato il foglio di via obbligatorio negli anni 2019 e 2020. La donna, incinta, e’ stata portata in carcere a Torino. La terza persona e’ un italiano residente a Casale Monferrato che viaggiava sul treno regionale Novara-Domodossola.

E’ stato arrestato per evasione: era sottoposto al regime di detenzione domiciliare disposto dalla Procura di Novara e dl magistrato di sorveglianza di Vercelli.



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

A Bellizzi Irpino progetto di moda per 25 detenute

Notizia precedente

Napoli, riapre a San Gregorio Armeno la fiera di Natale

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..