I calciatori italiani potrebbero scioperare contro la “discriminazione fiscale”.

Lo scrive il direttore del Corriere dello Sport, Ivan Zazzaroni, secondo il quale il governo potrebbe rinnovare le facilitazioni fiscali per l’ingaggio dei giocatori stranieri, anche su pressione dei club. E questo scatenerebbe la protesta dei procuratori e dei loro assistiti.

ADS

“Nella legge di Bilancio- scrive- la cui discussione si inizierà la prossima settimana in Senato, il Governo potrebbe non toccare la norma contenuta nel Decreto Crescita che riduce sensibilmente la tassazione dei calciatori stranieri ‘entranti’. Qualcosa negli ultimi giorni è cambiato: non escludo che per interessi societari un dirigente con i bilanci del club ululanti sia intervenuto ‘presso l’amico politico’ con l’obiettivo di evitare che questa assurdità regolamentare venga rimossa”.

E ancora: “Mi dicono che, se la notizia dovesse essere confermata, per protesta l’ inviterebbe il sindacato troppo spesso silente (Aic) a imporre lo sciopero agli associati. I giocatori italiani potrebbero fermare il campionato per discriminazione fiscale”. 



Vincenzo Scarpa, studente di Scienze Politiche all'Università di Napoli Federico II. Appassionato di qualsiasi tipo di sport e serie tv, ama scrivere e parlare di calcio

Federico Salvatore migliora ed inizia la riabilitazione

Notizia precedente

Napoli, ruba in un negozio di abbigliamento: denunciato

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..