Whirlpool



“Dopo il mancato accordo di ieri notte con Whirlpool, è stato convocato per martedì 19 ottobre un nuovo tavolo al sulla vertenza alla presenza dei ministri Giorgetti e Orlando.

ieri ha scaricato i lavoratori e anche il governo con il suo comportamento irresponsabile, rifiutando qualunque proroga o mediazione e scegliendo quindi di non accompagnare le lavoratrici e i lavoratori verso la soluzione che il governo sta costruendo. Ci auguriamo che nell’incontro di martedì prossimo il governo arrivi con una soluzione che eviti i licenziamenti.

ADS

Abbiamo tempo fino a venerdì 22 ottobre, giorno in cui scade l’impegno di Whirlpool con il Tribunale di a non inviare le lettere di licenziamento. Occorre intervenire sulla proprietà americana, pensiamo si debba e si possa fare. Nel frattempo la lotta continua. Domani ci sarà l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori nello stabilimento di via Argine per decidere le prossime iniziative”.

LEGGI ANCHE  Teatro del Lemming debutta con 'Metamorfosi di forme mutate'

Lo dichiarano in una nota congiunta Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil e responsabile elettrodomestico e Rosario Rappa, segretario generale Fiom-Cgil



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

Benevento, annullati i sequestri delle officine di Antonio e Carmine Fuccio

Notizia precedente

Napoli, gli undici di Spalletti per scacciare l’incubo Juric

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..