🔴 ULTIME NOTIZIE :

Diffamazione a Salvini, a processo Roberto Saviano

Inizia mercoledì primo febbraio il processo che vede imputato lo scrittore Roberto Saviano per l'accusa di diffamazione ai danni di Matteo Salvini per alcun post pubblicati sui social. Il procedimento si svolge davanti al tribunale monocratico di Roma. La vicenda risale al 2018. "Mercoledì sarò in Tribunale, a Roma, portato...
google news

‘Il Nostro Tempo’, il nuovo singolo degli Scile

'Il Nostro Tempo', nuovo brano della #band lucana Scile, esce oggi, venerdì 29 ottobre.

    Il Nostro Tempo‘, nuovo brano della band lucana Scile, esce oggi, venerdì 29 ottobre, con la produzione di Antonio Marcucci (produttore artistico) e Francesco Stoia (production manager), rispettivamente chitarrista e bassista dei Tiromancino.

    Che l’amore sia una guerra, con trappole, agguati, sabotaggi, tregue (a volte), trattati di pace e di non proliferazione, lo scopriamo tutti a partire circa dai 4 anni.

    Del resto siamo primati, come suggerisce l’immagine di copertina del singolo, e anche in amore spesso siamo più rivali che complici. Un gioco delle parti, una danza stravagante in cui dovremmo gareggiare assieme per vincere il ballo, ma spesso chi ci vede da fuori osserva stupito due soggetti bellicosi. Ecco la ricerca del proprio tempo – Il Nostro Tempo – che poi sarebbe come schiacciare il tasto pausa: solo così si possono freddare gli animi, mettendo “le armi” da parte.

    Ma la frase del titolo ha un senso duplice. Nel ritornello gli Scile cantano: “Se il Nostro Tempo si è fermato, tu fai la guerra ed io il soldato”. Come dire che il nostro tempo di condivisione (e quindi il nostro amore) è sospeso, in attesa dell’armistizio. Un dritto e un rovescio: in amore ogni atteggiamento e ogni parola, può avere una valenza duplice. E il concetto di tempo qui non è da meno. E anche in tempo di guerra – o d’amore, fate voi – c’è speranza. Perché anche solo ipotizzare di poter ricominciare, racchiude in sé il senso della ripartenza.

    Gli Scile fotografano le storie di incomprensione così uniche e uguali con una musica anch’essa ambivalente. L’introduzione pop cela l’anima rock del ritornello. I delicati arpeggi di chitarra sono l’opposto delle chitarre elettriche “a tutto braccio” che introducono, e al contempo, i primi andamenti pianeggianti della batteria, sono solo una maschera che disvela un cuore hard-rock.

    LEGGI ANCHE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    LE ALTRE NOTIZIE