Blitz dei carabinieri al parco Penniniello



Controlli a tappeto a Torre Annunziata dopo l’omicidio di Francesco Immobile avvenuto domenica scorsa.

Come stabilito durante il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è svolto lunedì, i carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno setacciato le strade di Torre e dei comuni limitrofi e il quartiere Penniniello dove è avvenuto l’omicidio.

I militari, supportati dai Carabinieri del Reggimento “Campania”, del Nucleo Elicotteri di Pontecagnano hanno presidiato il Parco di edilizia popolare “Penniniello”.
A finire in manette Fabio Chierchia, 44enne di scafati noto alle forze dell’ordine.  I carabinieri lo hanno bloccato in via Vittorio Veneto mentre vendeva una dose di cocaina ad un cliente.

Denunciati per furto di energia elettrica 2 cittadini che avevano realizzato degli allacci abusivi diretti alla rete pubblica verso i rispettivi alloggi popolari di proprietà comunale.
Denunciato per porto abusivo e alterazione di armi un ragazzo di 24 anni trovato in possesso di una pistola a salve priva di tappo rosso, replica modello “Glock”, completa di caricatore e 8 cartucce.
Rinvenute e sequestrate in aree comuni dell’isolato 21 del Parco Penniniello, 11 grammi di “cocaina” e 102 grammi di “marijuana” suddivisi in 110 dosi già confezionate.

LEGGI ANCHE  Femminicidio a Lecce, al via il processo all'uomo di Torre Annunziata

A Pompei  i Carabinieri, durante un controllo stradale hanno identificato ed arrestato Antonio Iervolino, poggiomarinese di 26 anni già noto alle forze dell’ordine.
L’uomo, sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, è stato sorpreso in via Sacra, in violazione degli obblighi imposti, in compagnia di un 20enne incensurato e di un pregiudicato 25enne. Questi due sono stati denunciati a piede libero perché trovati in possesso di uno sfollagente telescopico, di un tirapugni e di due coltelli. Durante il servizio sono state effettuate 26 perquisizioni locali e controllate 98 persone e 34 veicoli.

Due gli assuntori di droga segnalati al Prefetto perché trovati in possesso di modiche quantità di “marijuana”. Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa rito direttissimo.


Google News

Risale il contagio covid in Italia: tasso di positività all’1,5%

Notizia precedente

Caserta, uccise benzinaio per vendetta: arrestato il camionista

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..