Il soldato abbandonato



Il soldato abbandonato” di Giampiero Lisi è un testo introspettivo, che fa rivivere al lettore emozioni primordiali e alcuni momenti della storia del nostro Paese.

La presentazione si terrà, al Palazzo Paternò di Caserta, mercoledì 8 settembre. Interverranno: Adele Vairo, dirigente scolastico del Liceo A. Manzoni di Caserta e Maria Cristina Grillo, docente e referente del progetto Viaggio Libero. A moderare, la giornalista Maria Beatrice Crisci. Inoltre, passi tratti dal romanzo saranno letti dal docente Massimo Santoro. Sarà presente anche l’autore Giampiero Lisi.

La ventiquattrenne Eleanor, americana di Baltimora, è in procinto di laurearsi, sta preparando una tesi sull’intervento bellico degli alleati nell’Italia centro-meridionale durante la Seconda Guerra Mondiale. Giunta in Italia alla ricerca di ulteriori dettagli per completare il suo lavoro, Eleanor porta con sé due misteriose cartoline del passato.

Piero è un giovane universitario, frequenta l’ultimo anno di Medicina e ha un sogno nel cassetto: andare in America per specializzarsi.

LEGGI ANCHE  Caserta, Open Day vaccini per studenti il primo settembre

Quando Piero ed Eleanor si incontrano, in uno dei più suggestivi luoghi di Roma, sembra che tutto sia frutto del puro caso, sembra che quel momento sia solo un piacevole anello della catena del tempo, che continuerà a scorrere inesorabilmente.

In realtà, quel tempo non si limiterà a sfiorare le loro vite, ma le attraverserà profondamente, portando i due giovani in territori inesplorati, ma al tempo stesso saldamente ancorati al loro passato. La loro storia, la loro microstoria, si intreccerà a grandi fatti di guerra, ma conserverà la purezza e la dimensione onirica di un legame adolescenziale. Piero ed Eleanor scopriranno solo alla fine di essere stati investiti di una missione e, in modo quasi inconsapevole, la porteranno a termine con successo.

LEGGI ANCHE  Maradona, De Giovanni: 'Ha reso Napoli un luogo vincente'

La loro storia è un viaggio nella bellezza: solo riannodando il filo del racconto si può cogliere ed ammirare la perfezione del tutto.

In questo secondo romanzo che si interroga e ci interroga sulla durata dell’amore, al di là del tempo e della distanza, l’autore continua ad indagare sulle emozioni dell’animo umano, raccontando storie in cui ognuno può ritrovare un pezzo di sé.

Una tragica e sfortunata storia d’amore tra un soldato americano e la sua soccorritrice. Una storia spezzata dalla guerra e dalla distanza, che si intreccerà, invece, con l’amore che sboccerà fra i due giovani Eleanor e Piero.

 


Google News

Ottava edizione del ‘Premio Concetta Barra’

Notizia precedente

Christian De Sica al ‘Premio Fabula’

Notizia Successiva