Cronaca Avellino

Avellino, tentano di far entrare cellulari in carcere con un drone

Bloccata dalla polizia penitenziaria del carcere di Avellino l’ingresso di 10 micro cellulari 6 sim cards e cavetti di alimentazione



avellino
foto di repertorio




Sequestro telefonini nella Casa Circondariale di Avellino.

A darne notizia, Emilio Fattorello, segretario per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. “Solo oggi trapela la notizia di un rinvenimento e sequestro di ben 10 micro cellulari 6 sim cards e cavetti di alimentazione – dice – nella giornata di sabato scorso i poliziotti penitenziari hanno rinvenuto un involucro, perfettamente confezionato, nell’area dell’intercinta dell’istituto penitenziario. Anche nel passato si ricordano i lanci di palloni imbottiti di cellulari, dall’esterno all’interno del carcere. In questa occasione, in considerazione della zona del rinvenimento e vista la tipologia dell’involucro sequestrato, tutto lascia pensare al passaggio di un drone che ha perso il materiale trasportato pochi metri prima di entrare nel perimetro detentivo del penitenziario”.

Per Donato Capece, segretario generale del Sappe, “i droni, se da un lato hanno grandi possibilita’ di sviluppo, comportano, pero’, anche innumerevoli questioni in termini di privacy e di sicurezza. Credo che la polizia penitenziaria debba disporre di un nucleo specializzato ed esperto nell’utilizzo e nella gestione dei droni, che tra l’altro si prestano bene alla ricognizione delle aree vicine a un carcere e possono fornire valido aiuto in caso di evasione e per monitorare ampi spazi senza essere visti”. 

Google News

Commenti

I Commenti sono chiusi

Siani, a 36 anni dall’omicidio Mattarella riceve il fratello e una delegazione de Il Mattino

Notizia precedente

Napoli, lo Zoo con i colori arcobaleno contro pregiudizi

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..