Lo scontro all’arma bianca nella piazza di Sant’Arpino tra il giovane arrestato e un coetaneo di Succivo che è rimasto ferito alla gamba




Ancora uno scontro a coltellate tra giovanissimi. Non si è ancora spento l’eco della tragedia e della morte del giovane pugile 18enne Gennaro Leone, accoltellato in modo letale da un 19enne durante una lite scoppiata a Caserta nel cuore della movida.

Ed ecco scoppiare un altro episodio quasi simile ha coinvolto nel Casertano due giovanissimi, anche se l’epilogo in questo caso  fortunatamente e’ stato diverso. E’ accaduto a Sant’Arpino, nella villa comunale, dove due 17enni, uno residente a Succivo, l’altro a Sant’Antimo, si sono affrontati per una ragazza.

[the_ad_group id=”289023″]

[the_ad_group id=”289025″]

Il 17enne dell’hinterland partenopeo ha estratto un coltello a farfalla e ha colpito il rivale ad una gamba. I carabinieri della stazione di Sant’Arpino erano nelle vicinanze della villa comunale, cosi’ sono stati allertati da alcuni ragazzi che hanno detto loro di correre perche’ c’era un giovane ferito a terra.

LEGGI ANCHE  Caserta, cavallo frustato senza sosta mentre trainava carrozza

Il 17enne accoltellato e’ stato portato all’ospedale di Aversa dove e’ stato giudicato guaribile in quindici giorni. L’aggressore, che invece si era dato alla fuga dopo il fatto, e’ stato individuato dai carabinieri di Sant’Arpino e grazie alla testimonianza della vittima e di altri ragazzi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Fiaccolata per Gennaro Leone, il pugile 18enne ucciso a Caserta

E’ stato quindi intercettato a Sant’Antimo dai carabinieri del posto e denunciato alla Procura dei Minori di per lesioni. I due – e’ emerso – si conoscevano, ed hanno litigato per una ragazza contesa.


Nuovi open day alla Asl Napoli 3 Sud per campagna vaccini

Notizia precedente

Incendio nella piazza antistante la Reggia di Caserta

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..

Commenti

I Commenti sono chiusi