Seguici sui Social

Cronaca Napoli

A Napoli la Villa comunale bruciata dalla siccità, on line la foto della vergogna

Social scatenati a Napoli dopo la pubblicazione della foto fatta con un drone che mostra la villa comunale bruciata dalla siccità


PUBBLICITA

Pubblicato

il

villa comunale bruciata

Sta suscitando indignazione a Napoli la foto fatta con un drone e che immortala la villa comunale bruciata dalla siccità.

“La foto che immortala in una ripresa dall’alto le condizioni della Villa comunale di Napoli, che in tanti ci hanno segnalato con commenti che testimoniano rabbia e incredulità per la situazione, è un’immagine che fa male e offende l’intera città. I prati sono interamente arsi dalla siccità, nelle aiuole non c’è più neanche un filo di verde. Una condizione preoccupante che testimonia la scarsa attenzione dell’amministrazione per il verde pubblico.

La giustificazione della presenza del cantiere Metro non regge più. Qui c’è solo incuria e abbandono. Bisogna restituire al più presto la dignità a questo luogo simbolo della città. Non crediamo che sia così difficile provvedere a innaffiare le aiuole e a curare la pulizia dei viali e delle aree verdi. Serve un piano di manutenzione straordinario prima che la situazione degeneri ulteriormente”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Oltre il 50% degli italiani immuni al covid

LEGGI ANCHE  Coronavirus, il boom di contagi della Campania dipende da Napoli e la provincia

Questo il commento alla foto inviata al consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli e ai consiglieri della I Municipalità, Benedetta Sciannimanica e Gianni Caselli.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Napoli, blitz alla Duchesca: sequestrati migliaia di capi e accessori falsi

Questa mattina gli agenti della polizia municipale di #Napoli ha svolto un importante intervento nell’area di via Maddalena al cosiddetto mercato della duchesca,

Pubblicato

il

napoli

Napoli. Questa mattina gli agenti della polizia municipale di Napoli ha svolto un importante intervento nell’area di via Maddalena al cosiddetto mercato della duchesca, luogo di riferimento noto per l’alta concentrazione dell’offerta ed il commercio ambulante di merci con marchi contraffatti.

Le operazioni hanno portato al controllo di numerosi venditori ambulanti ed al sequestro di vari articoli di abbigliamento ed accessori, tutti riproducenti illegalmente i modelli di note griffes. Nello specifico, 600 paia di scarpe, 250 tra borse e cinture , 1900 capi di abbigliamento e 530 occhiali da sole – , nonche’ di diversi prodotti di pirateria informatica, tra i quali 3.200 supporti digitali audio e video.

LEGGI ANCHE  Covid in Campania stabile la curva del contagio: 1,88%

Durante i controlli venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro anche grossi sacchi contenenti migliaia di loghi contraffatti con il marchio di importanti aziende (adesivi, toppe in tessuto, decalcomanie), pronti per essere applicati su capi di abbigliamento ed accessori.

Continua a leggere
longobardi logo