variante delta



La variante Delta e’ pronta a rovinare le vacanze di chi vuole godersi le spiagge e i locali di Mykonos, Ios e altre isole della Grecia, assediate dalla preoccupante diffusione di una nuova ondata di coronavirus.

Di fronte a questa situazione, Atene ha deciso di inviare piu’ agenti di polizia per intensificare i controlli anti-Covid, soprattutto nei locali frequentati dai piu’ giovani. Una mossa che arriva all’indomani dell’allarme lanciato dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), che ha contrassegnato le isole greche dell’Egeo meridionale in rosso scuro sulla sua mappa Covid-19 dopo un aumento delle infezioni, sconsigliando i viaggi non necessari.

Il gruppo di 13 isole comprende le destinazioni greche piu’ popolari per i turisti stranieri – tra cui molti italiani – che attirano milioni di persone ogni estate. Le autorita’ greche hanno gia’ inviato 186 poliziotti a Mykonos, rispetto ai 56 dell’anno scorso, mentre altri 30 agenti sono stati dispiegati a Ios. Il viceministro della Protezione civile, Nikos Hardalias, ha riferito che le due isole sono “a un passo” da nuove restrizioni, mentre preoccupa anche la situazione nelle isole di Zante, Tinos, Lefkada, Santorini, Paros e Rodi.

I timori riguardano soprattutto gli imprenditori locali che non rispettano le misure sanitarie volte a frenare la pandemia. “Mentre gli hotel e i locali per famiglie stanno implementando diligentemente i protocolli, c’e’ piu’ congestione di quanto vorremmo vedere nei bar, specialmente tra il pubblico piu’ giovane”, ha detto al Guardian il ministro del Turismo greco Haris Theoharis. Ed e’ proprio nei giovani tra i 20 e 30 anni che i tassi di infezione sono aumentati in Grecia, dove il turismo rappresenta quasi il 25% del Pil, e per le isole dell’Egeo e’ un settore vitale per riprendersi dalla crisi economica dovuta alla pandemia.

La stagione estiva del 2021 e’ iniziata con il piede giusto per il Paese, dove gli arrivi sono aumentati del 130% rispetto allo scorso anno, quando c’e’ stato un calo dei visitatori del 75%. Il mese scorso, gli ingressi per le vacanze sono aumentati di “piu’ del 400% rispetto a giugno dello scorso anno”, ha riferito ancora Theoharis. Ma con la contagiosa variante Delta sempre piu’ diffusa, aumentano le sfide per cercare di contenere le infezioni senza pregiudicare la stagione turistica, iniziata dopo che le autorita’ greche hanno promosso le isole come Covid-free.

LEGGI ANCHE  Kessie sempre più lontano dal Milan, rinnovo in salita: c'è il PSG

All’inizio di luglio, le autorita’ sono state costrette a imporre un coprifuoco e un divieto di musica a Mykonos, dopo che i tassi di contagio sono saliti alle stelle. Mercoledi’, il ministro della Protezione dei cittadini Michalis Chrisochidois ha avvertito che e’ solo questione di tempo prima che vengano imposte restrizioni simili su Ios. “Ora c’e’ il pericolo concreto che l’isola venga chiusa”.

La Grecia non e’ l’unico Paese a fare i conti con la Delta in Europa, dove molti Stati hanno gia’ varato, o stanno valutando, nuove contromisure per evitare il peggio di fronte alla crescita dei contagi. Per ridurre i rischi, la Germania ha annunciato che a partire dal primo agosto per entrare nel Paese sara’ necessario presentare un test Covid negativo, eccetto per chi puo’ dimostrare una vaccinazione completa, l’avvenuta guarigione e i bambini sotto i 12 anni.

E il Regno Unito – dove sono tornati a scendere sotto quota 30.000 i nuovi contagi giornalieri – ha confermato che chi viaggia dalla Francia verso l’Inghilterra restera’ per ora escluso, anche se vaccinato, dall’esenzione della quarantena decretata a partire dal 2 agosto per chi, provenendo dal resto dell’Ue (Italia compresa) e dagli Usa, abbia ricevuto la doppia dose.

L’obiettivo dei governi e’ quello di scongiurare nuove emergenze sanitarie e lockdown di fronte a una variante che causa un’infezione piu’ grave di quelle scoperte in precedenza e si diffonde facilmente come la varicella. A confermarlo e’ la massima autorita’ sanitaria federale statunitense Cdc, che ha chiesto a Washington di riconoscere che ora “la guerra e’ cambiata”.


Google News

Bakayoko, segnali d’addio al Chelsea: Milan e Napoli interessate

Notizia precedente

Napoli, contro il Bayern per valutare i giovani

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..


Ti potrebbe interessare..