portafogli mille euro

Allievi della Polizia Penitenziaria trovano sul lungomare di Portici un portafoglio con importante contenuto

______________________________

Allievi della Polizia Penitenziaria trovano sul lungomare di Portici un portafoglio con importante contenuto.

Diversi agenti in prova del 178 corso di formazione presso la Scuola di Polizia Penitenziaria di Portici addestrati e preparati egregiamente dal dirigente aggiunto dott.sa Rossana Bernardo, dagli ispettori coordinatori e corpo docenti, coadiuvati dal Provveditore Regionale Campania che alla scuola di formazione per allievi agenti di Portici, ne ha 60 in prova, liberi dal corso, trovano un portafoglio, rintracciano il proprietario attraverso i social e giustamente restituiscono il portafoglio con relativo importante contenuto al legittimo proprietario, un dottore del posto che ha dimostrato ufficialmente apprezzamento per il gesto.

Polizia penitenziaria

Per il segretario regionale Osapp Campania, Vincenzo Palmieri, il gesto di legalità dimostrata fa onore a questi neoagenti assunti del Corpo di Polizia Penitenziaria, a breve termineranno il 178° corso e saranno impiegati su tutto il territorio nazionale nelle diverse strutture penitenziarie, sono 654 uomini e 284 donne che daranno supporto allo stremato e decimato personale di Polizia Penitenziaria che a causa dalla legge Madia ha subito un depauperamento per oltre 6000 unità.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Misterioso incendio alla palestra del Palamaggiò di Caserta

LEGGI ANCHE  Estrazioni del Lotto e numeri vincenti 10eLotto

Per il vice segretario regionale Osapp Campania Castaldo Luigi, il Corpo di Polizia Penitenziaria merita lustro ed attenzione da parte del Pla politica per il delicato ruolo che espleta nella società, ed il fatto che neoagenti dimostrino forte senso della legalità anche nei piccoli gesti, come questo raccontato, è un vanto per le Istituzioni che hanno bisogno di donne e uomini con alto senso del dovere, specie nel complesso mondo penitenziario.

Per l’Osapp Sindacato autonomo tra i più rappresentativi sul territorio, questa critica e cronica carenza di poliziotti penitenziari si accentua maggiormente con il personale messo in quiescenza di anno in anno, creando forte scompensi tra diritti e doveri degli stessi, a discapito della sicurezza di tutti e quindi, dell’interesse collettivo, inficiando sul mandato costituzionale.


Di La Redazione

Ti potrebbe interessare..