Ibizia, si è costituito il napoletano Michele Guadagno

SULLO STESSO ARGOMENTO

Quando ha capito di essere braccato e di non aver alcuna possibilità di lasciare l’isola di Ibiza, il napoletano Michele Guadagno di 33 anni e’ consegnato stamattina alla Guardia Civil .

Era ricercato per tentato omicidio per aver ferito gravemente a colpi di pistola Antonio Amato un altro napoletano di 28 anni nel corso di una festa in una villa privata dell”isola, nella notte tra venerdì e sabato.

michele guadagno e antonio amore
guadagno e amore

La polizia nel corso della notte aveva chiuso tutte le possibili vie di fuga anche via mare dall’isola. Guadagno tra l’altro ha una società di noleggio di barche e i poliziotti spagnoli sospettavano che potesse utilizzare una delle sue imbarcazioni per poter lasciare Ibiza.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Sparatoria alla festa di Ibiza: guardia civil sulle tracce di Miky il napoletano

    Intanto lo chef Antonio Amato continua a lottare tra la vita e la morte in ospedale, il Policlinico Nostra Signora del Rosario. Nel corso della sparatori che ha portato al suo ferimento è stato colpito anche un altro napoletano, un giovane della provincia di Caserta, ma ha lasciato l’ospedale per una ferita di striscio.A scatenare la lite sarebbero stati alcuni apprezzamenti a sfondo sessuale ad una ragazza che accompagnava uno dei due napoletani.






    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE