Sparatoria alla festa di Ibiza: guardia civil sulle tracce di Miky il napoletano

SULLO STESSO ARGOMENTO

Uno scatto improvviso di gelosia, qualche bicchiere di troppo già bevuto e la mano si è armata di una pistola.

Ora Michele Guadagno, 33 anni di Napoli da tempo residente a Ibiza – in passato coinvolto in una storia di droga – è ricercato in tutta la Spagna dalla Guardia Civil. E’ lui l’uomo che l’altra notte ha fatto fuoco contro il connazionale e conterraneo Antonio Amore di 28 anni, ferendolo gravemente. Un altro giovane napoletano è stato ferito di striscio da due proiettili ed ha già lasciato l’ospedale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Sparatoria a Ibiza: feriti due campani. Ricercato un italiano

La Guardia Civil, che sta conducendo le indagini sulla sparatoria, ha stabilito che è stata usata una sola arma durante la sparatoria. E’ quanto riporta il sito spagnolo Ok Diario, dopo che fonti investigative hanno ipotizzato la pista della lite, forse per motivi di gelosia. Intanto, il consolato di Barcellona sta seguendo la vicenda con attenzione, prestando ogni possibile assistenza ai familiari dei connazionali feriti.

    antonioamore
    Antonio Amore

    Dalle indagini è emerso che il 28enne Antonio Amore, che lavora allo XaXa di Plaza del Mar chef come de partie sulla nota isola spagnola, aveva organizzato una festa in una lussuosa villa ( è questo il suo secondo lavoro, quello di organizzatore di eventi) nel municipio di Santa Eulalia, una delle aree più esclusive dell’isola. Il 33enne avrebbe tirato fuori una pistola e con il calcio avrebbe colpito il padrone di casa, poi ha aperto il fuoco ferendolo gravemente alla testa e ad un ginocchio. Il 35enne, originario di Caserta, è stato ferito, per fortuna solo di striscio.

    micheleguadagno
    Michele Guadagno

    Subito dopo, il 33enne napoletano, insieme ad alcuni suoi amici, è scappato a bordo di un’auto e ora è ricercato dagli uomini della Guardia Civil. Dalle indagini sul ricercato è emerso che è stato coinvolto in un’inchiesta della Dda di Napoli sul traffico di droga con l’Olanda con alcuni esponenti della camorra del centro storico.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, il calciatore Liccardi arrestato a Zurigo con un carico di eroina

    Miky, questo il suo soprannome, a Ibiza aveva avviato una società per il noleggio di auto e fuoribordo. Gli agenti della Guardia Civil hanno pattugliato anche le coste e stanno cercando di capire se il Michele Guadagno nel frattempo abbia raggiunto il largo a bordo di uno dei potenti motoscafi che affittava ai turisti dell’isola.






    LEGGI ANCHE

    Voragine al Vomero, i ragazzi coinvolti: “Illesi per miracolo, poteva andare molto peggio”

    "Siamo veramente fortunati, la situazione avrebbe potuto essere molto, ma davvero molto peggiore. Siamo salvi per miracolo ed è tutto grazie anche alla prontezza...

    Violentò una turista a Sorrento: arrestato tunisino

    Oggi, a Marsala, in Sicilia, i Carabinieri della Compagnia di Sorrento hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di...

    Lumache giganti vive in valigia: sequestro in aeroporto a Napoli durante controllo a nigeriano

    Durante un controllo nell'aeroporto di Capodichino a Napoli, i funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno individuato un cittadino nigeriano proveniente dal Benin...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE