La Procura di Napoli vuole il processo immediato per , il 43enne di Ercolano che la notte del 13 marzo scorso ucciso a coltellate la sua ex compagna di 39 anni, la maestra davanti al figlio di 4 anni.

Il Raffaello Falcone, titolare delle indagini sulle cosiddette fasce deboli, ritiene sufficienti ai fini accusatori sia la confessione dell’uomo sia la confessione del ragazzino secondo il quale “papà ha ucciso la mamma e poi ha rotto la casa”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: “Orny ti lascio in pace”, poi andò all’appuntamento con un coltellaccio da cucina

Per la Procura si tratta di omicidio premeditato: non c’è bisogna di passare attraverso l’udienza preliminare ma andare direttamente in aula per stabilire la condanna. , non sarebbe stata ammazzata dopo una lite violenta ma nel sonno o comunque a sangue freddo.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..