foto dal twitter ufficiale del calcio napoli

Vittoria di squadra, vittoria del gruppo quella dell’Artemio Franchi contro la Fiorentina da parte del Napoli di mister .

Meret 6: non viene praticamente mai chiamato in causa, ma dimostra sicurezza nelle uscite.
Di Lorenzo 6,5: ancora una partita di sacrificio e tanta corsa, lancia un chiaro segnale per Mancini in vista del’Europeo.
Rrahmani 6,5: si procura il calcio di rigore come contro la Juventus e difensivamente è impeccabile.
Manolas 7: in una partita decisiva il greco dimostra il suo valore e non permette a Vlahovic di continuare a segnare. Partita da vero leader di reparto.
Hyasj 6: tanta corsa anche per l’albanese che però spesso rimane più basso per dare una mano in fase di copertura. A tratti un po’ impreciso nelle palle in uscita.
Fabian Ruiz 6,5: metronomo del centrocampo quando non c’è Demme, gestisce bene soprattutto quando la squadra si abbassa.
Bakayoko 6,5: dimostra che ha fatto bene a puntare su di lui, recupera un’infinità di palloni ed è preciso anche nelle uscite palla al piede.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Il Napoli risponde alla Juventus e si riprende il quarto posto

Politano 6: non riesce a far male alla difesa viola ma comunque è molto propositivo. Aiuta tanto anche in fase difensiva quando la Fiorentina prova a ripartire. (Dal 76’ Lozano S.V.)
Zielinski 6,5: il polacco gioca i primi 45 minuti in ombra, ma nel secondo tempo mette in mostra le sue qualità. Dal suo tiro arriva l’autogol di Venuti che decreta il raddoppio azzurro. (Dal 76’ Mertens S.V.)
7,5: da capitano vero si prende la responsabilità di calciare il rigore, che sbaglia ma poi è pronto sulla ribattuta. Continua ad illuminare con i suoi lanci ed è preciso nel servire Zielinski sul gol del 2-0.
7: continua a fornire una grande prestazione nonostante non appaia nel tabellino dei marcatori. Il nigeriano è fondamentale per questa squadra ed oggi abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione. (Dall’84 Petagna S.V.)
8: il migliore perché in un momento di tensione e nervosismo si è fatto sentire (come sempre) dalla panchina ricordando ai suoi calciatori il loro obiettivo. Non ha permesso cali di concentrazione ed è tornato con il bottino pieno.

Gianmarco Amato



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..