reddito di cittadinanza

Protagonista un pregiudicato di 46 anni che ha mantenuto la residenza a Pitigliano in provincia di Grosseto nonostante da due anni sia ritornato a casa

______________________________

I Carabinieri della Compagnia di Pitigliano, Grosseto, al termine di un’attività di controllo sui percettori del reddito di cittadinanza, hanno denunciato un uomo di origini napoletano, 46 anni con precedenti, per truffa aggravata.

Attraverso l’incrocio dei dati in possesso dell’Inps e dell’Ufficio Anagrafe del Comune di Pitigliano, è emerso infatti che l’uomo aveva stabilito in passato la sua residenza nel comune in forza di un contratto d’affitto, scaduto a ottobre 2019, periodo in cui l’immobile veniva regolarmente riconsegnato alla proprietaria. L’uomo quindi, rientrato nei luoghi di origine, aveva però mantenuto la residenza nella piccola Gerusalemme in maniera del tutto figurativa, al solo fine di ottenere l’elargizione del beneficio, per cui sono risultate agli atti ben due istanze, una fatta ad ottobre 2020 e un’altra a marzo 2021.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Carabiniere di Sarno spara alla moglie ferendola gravemente e poi si uccide

Dal controllo degli estratti conto della carta di credito sulla quale veniva versato l’assegno, i militari hanno accertato che l’uomo vive stabilmente in provincia di Napoli, ove risultano tutti i pagamenti effettuati con la carta, nonché radicato il conto corrente. Oltre alla denuncia, i Carabinieri hanno attivato l’Inps affinché procedesse a bloccare immediatamente i pagamenti.


Di La Redazione



Ti potrebbe interessare..