Vaccini Astrazeneca: a Napoli disertano anche i sanitari

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dopo la polizia municipale anche gli operatori sanitari a Napoli disertano la chiamata della  somministrazione del vaccino Astrazeneca.

Oggi, infatti, sono stati convocati dall’Asl Napoli1 2500 lavoratori del settore sanitario, tra ordini professionali, cliniche private e altri settori sanitari. Di questi tra la Stazione Marittima e la Mostra d’Oltremare si sono presentati 1.042 cittadini, cioe’ il 41.68%. A questi cittadini sono stati somministrati 972 dosi di AstraZeneca e 70 di Pfizer (per patologie incompatibili con AstraZeneca).

Gli assenti sono stati 1.458. Sale invece l’adesione delle forze dell’ordine ai vaccini Astrazeneca a Napoli. L’Asl Napoli 1 riporta che hanno aderito in 191 sui 225 convocati, l’84,89%. Ai vaccinati, 176 hanno avuto la somministrazione dell’AstraZeneca e 15 del Pfizer per patologie incompatibili con AstraZeneca.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Controlli sulle ambulanze a Napoli: 26 sottoposte a fermo

    Tutto regolare come al solito alla Mostra d’Oltremare dove erano stati convocati 49 cittadini di oltre 80 anni per la seconda dose di Pfizer e si sono presentati in 41. Intanto oggi e’ arrivata in Campania la prima parte della spedizione settimanale di 120.000 dosi di vaccino Pfizer che si concludera’ con la seconda parte in arrivo domani.






    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE