Attualità

L’Inps rivuole il bonus di 600 euro da alcuni beneficiari



Inps tridico
Foto archivio




Trascorso un anno dalla erogazione, da parte dell’INPS, del bonus di 600 euro, alcuni contribuenti hanno ricevuto a mezzo raccomandata un’accertamento per somme indebitamente percepite su prestazione indennità per emergenza Covid-19.

Si tratta del bonus di 600 euro previsto dal decreto Cura Italia. A darne notizia è il Centro Studi Fiscal Focus.

“Senza dubbio una circostanza che non mancherà di creare più di un grattacapo, anche perché tocca rilevare, ancora una volta, che i contribuenti non sono posti nelle condizioni di comprendere appieno l’indebito comportamento loro contestato, condizione essenziale per poter valutare la correttezza della pretesa avanzata dall’Inps, soggetto che emette la comunicazione di accertamento, commenta il fondatore di Fiscal Focus, Antonio Gigliotti.

LEGGI ANCHE  'Tulipani di seta nera' si conclude con Eugenio Bennato

“Il punto è che dalla comunicazione non è possibile evincere quale sia la circostanza posta a base della contestazione della mancata spettanza dell’indennità- prosegue l’esperto – Le uniche informazioni fornite sono la natura dell’indennità contestata, il suo ammontare, l’importo da versare, le modalità di pagamento e come fare, eventualmente, ad ottenere chiarimenti”.

Google News

Castellammare: raccolte le firme per una piazza ad Antonio Gramsci

Notizia precedente

Eccesso di stamina nei filetti di alice: ritirati dai supermercati

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..