Polmonite bilaterale interstiziale: è questa la diagnosi che accompagna il cardinale ricoverato da ieri pomeriggio all’ospedale di Napoli.

Il presule era arrivato in ambulanza per un costante peggioramento delle sue condizioni di salute dovute al che lo aveva colpito il 13 gennaio. Era asintomatico ma poi con il trascorrere dei giorni le sue condizioni sono peggiorate tanto da rendere necessarie, nel pomeriggio di ieri, il ricovero. Le sue condizioni ora sono stabili. E’ infatti ricoverato in reparto, non si è infatti resa necessaria la terapia subintensiva, men che meno quella intensiva. E’ stato sottoposto a tutti gli esami strumentali e le sue condizioni vengono monitorate costantemente.

LEGGI ANCHE  Covid, oltre 26 milioni italiani immunizzati e 60,5 milioni le dosi somministrate

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, il cardinale Sepe: ‘Lascio diocesi ricca di santità’

Ieri mattina l’Arcidiocesi aveva comunicato: “la celebrazione eucaristica di ringraziamento a conclusione del suo ministero pastorale alla guida dell’Arcidiocesi di Napoli, fissata per domenica 24 gennaio, viene rinviata”.


Napoli, la Fagianeria di Capodimonte tra le sedi per i vaccini

Notizia precedente

Italiana violentata, uccisa e messa nel frigo a Santo Domingo

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..

Commenti

I Commenti sono chiusi