Maurizio Capone, ‘Capone’, il CD d’esordio del 1993 ripubblicato sui canali digitali
foto comunicato stampa


”, il CD d’esordio del 1993 ripubblicato sui canali digitali. Indubbiamente la notizia della ripubblicazione di un disco di 27 anni fa ha un certo fascino vintage, ma la scommessa è scoprire se il suo contenuto è ancora attuale.

[Comunicato stampa]

Maurizio Capone, conosciuto come il fondatore e leader di & , la prima band in Italia a suonare strumenti realizzati con materiali riciclati; inizia la sua carriera musicale sin dagli anni ottanta come componente dei 666 storica formazione della Vesuwave e prodotta da Pino Daniele.
Nel 1993 con l’album “” comincia la sua carriera da solista che lo porterà ad essere uno tra i musicisti più originali del panorama italiano, un creativo che produce musica in modo innovativo e scrive testi che toccano temi scottanti che a volte anticipano il sentire comune stimolando ancora oggi le nuove generazioni ad aprire la mente.

La critica ha definito un artista “avanti”, e forse proprio per questo vale la pena riascoltare oggi questo disco.

Maurizio Capone, ‘Capone’, il CD d’esordio del 1993 ripubblicato sui canali digitalicronachedellacampania.it/wp-content/uploads/2021/01/Capone-100x100.jpg 100w, cronachedellacampania.it/wp-content/uploads/2021/01/Capone-96x96.jpg 96w, cronachedellacampania.it/wp-content/uploads/2021/01/Capone-150x149.jpg 150w, cronachedellacampania.it/wp-content/uploads/2021/01/Capone.jpg 600w" sizes="(max-width: 202px) 100vw, 202px" />

Capone

L’album fu prodotto artisticamente da Capone e Joe Amoruso (storico tastierista di Pino Daniele) che ha lasciato la sua firma indelebile nell’assolo di piano nel brano Sera (traccia n° 6) arricchito anche dalla chitarra classica di Marco Gesualdi.

Leggi anche: cronachedellacampania.it/2021/01/sgominato-cartello-di-clan-che-contrabbandava-sigarette-dallest-13-misure-cautelari/

Nell’album ci sono canzoni che le generazioni degli anni ’90 hanno ascoltato ed apprezzato come la open track “Fratello mi sarà”, scelto come primo singolo è entrato nelle maggiori programmazioni radiofoniche nell’estate del 1993. Del brano fu girato anche un video per la regia del pioniere delle videoproduzioni napoletane Tony Ponticiello, oggi rimasterizzato e messo on line in contemporanea con l’uscita dell’album sulla pagina ufficiale YouTube di Capone & .

Guarda il video

Il secondo brano è ‘O Boss, uno dei cavalli di battaglia di Capone, che tra i musicisti ospita Paolo Polcari degli AlmaMegretta alle tastiere. Si tratta di una canzone anti camorra scritta in tempi nei quali questo tema era ancora poco sentito ma che Capone, oggi socio onorario di “Musica contro le mafie” di Libera di Don Ciotti, aveva dimostrato di avere a cuore già nel 1984 scrivendo, con i 666, “Troppo in fondo” un brano dedicato a Giancarlo Siani e riconosciuto più avanti come il primo brano anti camorra mai scritto da artisti napoletani.

La traccia numero cinque “’O sang è sang” è un vero e proprio grido di dolore per l’abuso di armi e violenza tra le giovani gang, una evidente anticipazione dei temi trattati vent’anni dopo da Gomorra. Anche questo brano entrò in rotazione radio in programmi storici come Planet Rock e Stereo Rai.

Ascolta l’album: youtube.com/watch?v=p0zzKWwrP6I&feature=youtu.be

Capone è stato uno degli artisti che negli anni ’90 ha aperto la strada alle contaminazioni, l’dea di invitare Mamour Sillah, un giovane migrante africano come ospite in Devi Andare (traccia n° 8) fu per Maurizio una esigenza artistica e politica. Il brano parla della condizione di rifiuto che vivono i migranti quando raggiungono i paesi ricchi in cerca di una vita migliore. Un tema che si è acuito in modo esponenziale negli ultimi anni e che è rimasto centrale nelle canzoni di Capone. Sul CD campeggia la scritta “No al razzismo” frase che resta attuale e che purtroppo ha bisogno tuttora di essere sottolineata. Non è un caso che l’ultimo disco del 2016 di Capone & si chiami Mozzarella Nigga, la parola con cui i nostri emigranti venivano offesi dagli americani negli anni ’50, un modo per ricordare agli italiani del loro passato da migranti.

Il disco si chiude con “’A rumba de scugnizze” di Raffaele Viviani, un omaggio al più africano e metropolitano tra i grandi compositori napoletani. Si tratta di una rilettura contaminata comprende anche un duetto vocale con Massimo Curcio cantante dei 666 che nel disco suona gran parte delle chitarre e ne cura il missaggio. Nel brano si incrociano linguaggi black american, ritmi africani e sangue napoletano. Una caratteristica musicale che sarà una traccia sempre percepibile nelle future composizioni di .

Tra i musicisti, oltre a quelli già citati, spiccano nomi che al tempo erano molto giovani ma che in seguito hanno costruito valide carriere personali: Riccardo Veno al Sax; Alessandro Paradiso aka Mr. Paradais alla batteria ed oggi veterano “bassista” di Capone & BungtBangt; Luca Esposito attualmente batterista degli Audio 2; Luciano Maglioccola degli Showman alla fisarmonica; Piero De Asmundis alle tastiere; Gabriella Rinaldi voce dei Zooming on the Zoo e collaboratrice per Planet Funk e Panoramics.

“Capone” è pubblicazione che riporta alla luce un disco che ha dato origine al percorso di un artista che oltre ad aver raggiunto importanti risultati dal punto di vista artistico ha anche saputo restituire alla sua Napoli ed in giro per il mondo il dono ricevuto, non solo con i suoi undici dischi, ma anche mettendo a disposizione dei ragazzi delle zone più disagiate un modo ecologico e sostenibile di far musica attraverso laboratori e workshop sugli strumenti fatti con materiali riciclati.



Napoli, l’arcivescovo ricorda Fortuna Bellisario

Napoli."Le lacrime versate non sono disperse, ma raccolte in un catino di speranza e saranno acqua per generare il futuro. Bisogna uscire dal tempo di rassegnazione e indifferenza".

Lo ha affermato l'arcivescovo di Napoli, don Mimmo Battaglia, nella sua omelia alla messa in ricordo di Fortuna Belisario, la donna e mamma del Rione Sanita' uccisa dal marito, ora ai domiciliari dopo due anni, il 7 marzo 2019. "Vorrei vedere - ha detto Battaglia nella chiesa di Santa Maria della Sanita' - reti sociali piu' strette e solide politiche piu' attente al sostegno dei centri antiviolenza, vorrei vedere donne amate e rispettate, riconosciute nella loro identita' di genere, libere. Vorrei vedere donne e uomini capaci di portare speranze ai giovani e correre rischio di vedere i sogni realizzati".
LE FORTI GUERRIERE IN PRIMO PIANO NELLA BATTAGLIA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Ad assistere alla messa anche le donne dell'associazione "Forti Guerriere" del Rione Sanita'. "Fortuna si e' fidata, forse non ha avuto il tempo di trovare la forza di ribellarsi a un uomo che ha violato il suo corpo, aveva paura e forse per difendersi si e' affidata a un silenzio ingannatore di cambiamento sperato e mai avvenuto. Ma quel 7 marzo 2019, Fortuna e' diventata un veicolo di voglia di cambiamento coraggio di denuncia. La sua morte ha fatto rumore e oggi e' ancora piu' forte, nutrito dal senso ingiustizia che rischia di mandare alle donne un messaggio di impossibilita' di uscire dalla violenza" ha proseguito l'arcivescovo di Napoli nella sua omelia. [gallery size="medium" ids="412329,412330,412331"]   "Oggi - ha detto don Mimmo Battaglia - ricordiamo Fortuna, giovane donna e mamma ...


Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Scafati, troppe ambulanze in fila: arrivano i carabinieri

Il controllo dei militari per verificare l'assegnazione dei posti e se tutto funziona secondo i protocolli
Leggi tutto

Battipaglia, 22 persone a bere in un pub dopo le 18: tutte sanzionate

Operazione di controllo interforze su tutta la provincia di Salerno: oltre 8mila persone identificate e 247 sanzionate
Leggi tutto

Speranza: ‘Da domani ok a vaccino AstraZeneca anche a over 65’

Il ministro della salute in tv ha parlato anche della possibilità di un prossimo utilizzo del vaccino russo # Sputnik
Leggi tutto

Napoli, il giallo del candelabro sparito da Palazzo Reale

Il prezioso oggetto è sparito da giorni. Il consigliere Borrelli chiede l'intervento di Franceschini
Leggi tutto

Napoli, ancora controlli a Chiaia: 2 parcheggiatori denunciati

Polizia in azione nella zona dei Baretti: identificate oltre 200 persone
Leggi tutto

Napoli, paga gli stipendi anche con il ristorante chiuso: premiata

Assunta Pacifico, titolare del ristorante 'A figlia d''o marenaro, è stata premiata da Coldiretti in vista della festa dell'8 marzo
Leggi tutto

Napoli, Gattuso recupera anche Bakayoko

La lista dei convocati per stasera e la probabile formazione
Leggi tutto

Controlli anti assembramenti nel Vesuviano: 28 sanzionati

Operazione dei carabinieri a San Giuseppe Vesuviano e nei comuni limitrofi
Leggi tutto

Sovrintendenza di Pompei, le prime spine per Zurchtriegel

Sospeso il Servizio di Vigilanza Esterna Notturna degli Scavi di Boscoreale
Leggi tutto

Adolescente cade dal balcone di casa: è grave

Tragedia sfiorata questa mattina nei pressi del Parco Rodari a Capodrise.
Leggi tutto

Curiosità : La Peugeot ha un nuovo logo

La storica casa automobilistica francese ha deciso di rinnovare il proprio logo
Leggi tutto

Giovani in strada a Marcianise, il sindaco: ‘E’ una partita persa’

Il primo cittadino Antonello Velardi parla di fallimento del modello educativo da parte dei genitori
Leggi tutto

Festa clandestina prima della zona rossa: 12 denunciati a Forio

Irruzione dei carabinieri in un albergo di Forio d'Ischia: tutti sanzionati
Leggi tutto

Covid, preoccupa la variante rara scoperta a Varese

Un altro caso simile è stato individuato in #Thailandia
Leggi tutto

Investe per errore il figlio di 18 mesi: morto

E' accaduto a Modugno in provincia di Bari
Leggi tutto

Napoli, gli Ausiliari del traffico con la divisa similare alla Polizia municipale

La polemica degli automobilisti indotti in errore a causa della similitudine del vestiario
Leggi tutto

Castellammare, sui social spopola la foto del sindaco al bar

La città è in zona rossa rafforzata e per i giovani tra i 14 e i 24 anni è vietato...
Leggi tutto

Napoli, 75 medici del 118 pronti a lasciare il servizio

Alla base della decisione la sentenza che impone loro di restituire i compensi integrativi degli ultimi anni
Leggi tutto

Napoli, giovani sorpresi a bere fuori orario al Vomero

Operazione di controllo della polizia municipale nei luoghi della Movida
Leggi tutto

I Maneskin a sorpresa vincono il Festival di Sanremo

Solo terzo il favoritissimo Ermal Meta, al secondo posto la coppia Francesca Michielin e Fedez,
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..