Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Politica Campania

De Luca: ‘Chiedo ai campani di comportarsi come nel lockdown’

Pubblicità'

Pubblicato

il

de luca,lockdown


Pubblicità'

De Luca: “Chiedo ai campani di comportarsi come nel lockdown. Diamo prova di autodisciplina, se rigorosi vinceremo battaglia “.

 

“Chiedo ai cittadini di comportarsi come se ci fosse il lockdown, anche se non c’e’. Vi chiedo di comportarvi come se avessero deciso di chiudere tutto, diamo noi prova di autodisciplina”. Lo ha detto il presidente della giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Facebook. “Abbiamo gia’ fatto meravigliare l’Italia per la tenuta a marzo, diamo anche oggi prova di senso di responsabilita’. Se saremo rigorosi nei comportamenti vinceremo questa battaglia”.

Il governatore campano De Luca ha ribadito anche il suo appello “ai sindaci dei Comuni piu’ grandi perche’ lavorino per ridurre la mobilita’ del 50%, ricordo ai cittadini se ognuno fa il proprio comodo avremo da soffrire. Ho visto che il sindaco di Salerno si predispone a chiudere il lungomare e le aree di maggiore assembramento. Possiamo chiedere un sacrificio, che non mi pare enorme, per un mese di non andare a passeggio inutilmente”. De Luca e’ tornato a chiedere controlli alle forze dell’ordine: “Chiedo alle forze ordine – ha detto – di essere rigorosi nei controlli di chi e’ senza mascherina e di chi va in giro dopo le 22.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: A Napoli 1046 positivi al covid oggi. De Luca: ‘Rigore e controlli per evitare la zona rossa’

“Per evitare che chi e’ rimasto deluso dalla classificazione della Campania in zona gialla cominci una litania e per tutti quelli che sono sorpresi, vi ricordo che la Campania ha il tasso di mortalita’ piu’, basso tra grandi regioni, abbiamo un venticinquesimo dei deceduti della Lombardia, un settimo del Piemonte. Questi sono i dati, trasparenti”.

Nessuno pensi a festeggiare la collocazione in fascia gialla, avverte De Luca, anzi, serve responsabilità: “Chi non è in zona rossa paradossalmente rischia di chiudere a Natale o Capodanno, per questo dobbiamo essere più attenti, rischiamo di chiudere fra un mese o entrare in zona rossa tra una settimana con comportamenti allegri e irresponsabili, non ci vuole niente”. E ha concluso dicendo che entro due mesi la Regione avrà comunque 800 posti in terapia intensiva rispetto ai 600 attualmente disponibili.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Campania

Morto l’ex assessore regionale alla sanità della Campania, Mario Santangelo

Pubblicato

il

morto Mario santangelo
foto di repertorio

Morto l’ex assessore regionale alla sanità della Campania, Mario Santangelo.

E’ morto all’eta’ di 86 anni Mario Santangelo. Chirurgo ed ex direttore dell’Istituto Pascale, Santangelo fu per due volte assessore alla sanita’ della Regione Campania sotto la presidenza di Antonio Bassolino. E’ stato l’ultimo assessore prima del commissariamento della sanita’ campana.

La notizia della sua scomparsa e’ stata resa nota con commozione da Bassolino sui social: “La scomparsa di Mario Santangelo – scrive l’ex governatore – e’ per me un dolore enorme, una ferita terribile. Mario e’ stato un grande chirurgo, un uomo appassionato di politica, una bellissima e dolce persona. Lo piango come un fratello piu’ grande: un bacio, e un abbraccio a tutti i familiari”.

Pubblicità'

Le Notizie più lette