Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy



Politica

Conte: ‘La prossima settima i bonifici per 211mila imprese’

Pubblicato

il

Conte,bonifici,imprese


Conte: ‘La prossima settima i bonifici per 211mila imprese’.

 

“All’inizio della prossima settimana oltre 211mila imprese vedranno accreditati, direttamente sul proprio conto corrente, i primi bonifici dei contributi a fondo perduto predisposti dal governo. Dopo soli nove giorni dall’emanazione del primo decreto-legge ‘Ristori’, ancora prima dei tempi che avevamo previsto, l’Agenzia delle Entrate ha già disposto infatti i primi mandati di pagamento per un ammontare di quasi 1 miliardo di euro, per le attività economiche e produttive interessate dalle misure restrittive adottate con il Dpcm del 24 ottobre”. Lo scrive in un post su Facebook il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. “In una fase così critica della nostra storia, che ci vede tutti impegnati a combattere la nuova avanzata del contagio, dare un aiuto concreto e immediato a chi è in difficoltà -aggiunge il premier- è necessario per proteggere il nostro presente e il nostro futuro. È un impegno che ho preso di fronte a tutto il Paese, a tutti i cittadini italiani. Tutto il Governo è al lavoro per questo”.

E ancora: “Proprio in queste ore, inoltre, stiamo finalizzando anche il decreto “Ristori bis”, con cui rafforziamo la rete di protezione e di sostegno per tutte le attività economiche che si trovano nelle zone a maggior rischio, alla luce delle nuove misure adottate con l’ultimo Dpcm. Dobbiamo fare tutto ciò che è necessario, con rapidità ed efficacia, per riuscire tutti insieme a superare al più presto questa crisi.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica Napoli

M5S: “Il porto, nome in discontinuità per fare della Campania la porta del Mediterraneo”

Pubblicato

il

m5s porto

“Il sistema portuale campano rappresenta una delle più grandi opportunità mancate della nostra regione che non possiamo più permetterci di perdere.

Ed è chiaro che scelta del nome di chi guiderà l’autorità di Sistema Tirreno Centrale, che comprende i porti di Napoli e Salerno, non può che essere in discontinuità con una gestione ventennale assolutamente fallimentare, con troppi progetti rimasti incompiuti o mai avviati. Serve un profilo altissimo, lontano anni luce dalle logiche spartitorie che hanno guidato le nomine dei vertici negli ultimi anni. Chi guiderà i nostri Porti avrà il compito fondamentale di restituire slancio all’economia del mare, facendo sistema con tutte le realtà imprenditoriali commerciali sane della Campania e approfittando dell’opportunità offerta dalla Zona Economica Speciale della Campania”. Lo dichiarano la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino e il senatore M5S e membro della Commissione Bilancio a Palazzo Madama Vincenzo Presutto.

“Si prenda esempio da città come Rotterdam dove il porto, con il coinvolgimento delle migliori start up innovative, è divenuto un grande incubatore di imprese e sono stati avviati progetti di innovazione nel settore marittimo globale. Paesi che, con minori potenzialità e una posizione geografica meno agevole di quella di cui godono i nostri porti, hanno fatto miracoli per il rilancio del loro sistema portuale. Restiamo sconcertati dal dibattito su nomi e bandiere. Ciò che serve è lavorare, in sinergia con il Governo nazionale e la Regione, a una visione progettuale che abbia come obiettivo quello di fare finalmente del sistema portuale della Campania la vera porta del Mediterraneo”.

Continua a leggere

Politica Napoli

La giunta di Napoli firma la delibera per 1.309 assunzioni

Pubblicato

il

giunta napoli

Oltre mille assunzioni a tempo indeterminato, circa 200 a tempo determinato.

La Giunta comunale di Napoli, anche se che il Consiglio comunale tra flop di presenze e rinvio di seduta non si e’ ancora pronunciato sul bilancio di previsione 2020/22, ha firmato la delibera di approvazione del Piano di fabbisogno del personale per quel trienni. L’approvazione del bilancio preventivo renderebbe possibile inviare gli atti relativi a Roma per il vaglio da parte della competente commissione che dovra’ autorizzare le assunzioni. “L’urgenza e’ motivata dal fatto che le assunzioni 2020 andranno fatte entro il 31 dicembre, mentre per quelle riferite al 2021 bisogna predisporrle. La Commissione ministeriale esaminera’ le nostre decisioni ma solo l’approvazione del bilancio 2020 le rendera’ possibili”, spiega il vicesindaco, Enrico Panini.

In sintesi, il piano prevede 1130 assunzioni a tempo indeterminato (279 unita’ nel 2020, 819 unita’ nel 2021 e 32 unita’ nel 2022); 179 assunzioni a tempo determinato (78 assunzioni nel 2020 e 101 assunzioni nel 2021). Tra i contratti a tempo indeterminato, quelli per 275 Lsu da stabilizzare, in questo anno; nel 2021 l’assunzione di 485 unita’ di personale mediante il corso-concorso Ripam, i concorsi per 21 unita’ tra istruttori/direttori scolastici, agronomi e avvocati, e per 60 dirigenti (in parte nel 2022); nonche’ 285 progressioni verticali riservate al personale gia’ assunto. Per il tempo determinato: nel 2020, l’assunzione di altre 77 maestre (di cui almeno 44 per il sostegno) e la proroga di 56 contratti gia’ stipulati (scadenza 31/12/2020) fino al 30 giugno 2021; la proroga di ulteriori 6 mesi dei 41 contratti dei dirigenti dei Servizi a tempo determinato; e la proroga di 4 contratti per agronomi.

Continua a leggere

Le Notizie più lette