Seguici sui Social

I fatti del giorno

Aumento dei contagi a Sorrento, il neo sindaco chiude parchi e centri anziani

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Aumento dei contagi a Sorrento


Aumento dei contagi a Sorrento, il neo sindaco chiude parchi e centri anziani.

Sospensione con effetto immediato di tutte le attività sportive non agonistiche ospitate in strutture pubbliche e chiusura di parchi e parchi giochi, centri per anziani, oratori e del mercato settimanale del martedì. E’ quanto disposto dall’ordinanza firmata ieri sera dal sindaco di Sorrento, Massimo Coppola.

“In conseguenza dell’aumento dei contagi e della situazione di emergenza sanitaria e in accordo con le altre amministrazioni della penisola sorrentina- scrive il neo primo cittadino sulla pagina facebook- ho emanato un’ordinanza con cui ho disposto la chiusura, con effetto immediato, di tutte le attività sportive non agonistiche espletate in strutture pubbliche, la chiusura di parchi e parchi giochi, la chiusura di centri anziani ed oratori. Il provvedimento riguarda pure la sospensione del mercato settimanale del martedì ed ha effetto a partire da domani 14 ottobre. Si tratta di misure necessarie per rispettare le normative sanitarie, la salute dei sorrentini viene al primo posto!”:

LEGGI ANCHE  Mancano gli anestesisti all'ospedale di Sorrento

Continua a leggere
Pubblicità

Castellammare di Stabia

Castellammare, festa dei lavoratori Meridbulloni: il gruppo Vescovini rileva la fabbrica

Il gruppo si è impegnato ad assumere tutti i lavoratori entro il 1 febbraio

Pubblicato

il

Hanno festeggiato  con cori e slogan gli operai Meridbulloni, in presidio fuori al sito di Castellammare di Stabia. 

C’è stato infatti l’annuncio dell’interesse, da parte del gruppo imprenditoriale Vescovini, di rilevare la fabbrica e assumere tutti i lavoratori entro il 1 febbraio. L’azienda aveva imposto il trasferimento a Buttiglieria Alta, in provincia di Torino, a 81 dipendenti per evitare il licenziamento. Il nuovo gruppo, invece, che avrebbe detto di voler rilevare la fabbrica, permetterebbe la permanenza sul territorio dell’azienda e, quindi, dei lavoratori e delle loro famiglie. “E’ tornato il sorriso, è tornato il sereneo, e’ la vittoria nostra e di tutta la comunita’ di Castellammare – dicono i lavoratori -, i tanti messaggi di solidarieta’ ci hanno consentito di andare avanti nel nostro presidio. La politica tutta ci e’ stata vicina.Grazie Castellammare e tutti quelli che ci sono stati vicini. La forza che abbiamo avuto ci è stata trasmesso dalla solidarietà delle tante persone”.

LEGGI ANCHE  Agricoltore muore schiacciato dal trattore a Mondragone

 Per guardare il video clicca qui

Il gruppo dà lavoro ad oltre 700 dipendenti tra diretti e indiretti e serve più di 2500 clienti sul mercato globale tra cui tutti i principali OEM del settore automobilistico, delle macchine movimento terra, dell’heavy duty e delle macchine industriali. Ha diversi stabilimenti nel nord Italia ed una sede anche negli Stati Uniti d’America

 

Continua a leggere

Le Notizie più lette