Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Rubriche

‘Alberto Sordi segreto’ con Igor Righetti al Social film Festival ArTelesia di Benevento

Pubblicità'

Pubblicato

il

benevento alberto sordi segreto


Pubblicità'

In anteprima per la Campania, sabato 28 novembre alle 21 al CineTeatro San Marco di Benevento, “Alberto Sordi segreto” con Igor Righetti al Social Film Festival ArTelesia

 

 

L’evento-spettacolo che sta riscuotendo grande successo in tutta Italia è tratto dall’omonimo libro scritto dal cugino dell’attore, il giornalista Igor Righetti, in cui per la prima volta viene raccontata la vita privata dell’Alberto nazionale. Righetti sarà il protagonista con foto inedite, video e musica.

Il Social film Festival ArTelesia, in questa dodicesima edizione, celebra i cento anni di Alberto Sordi con l’eccezionale evento-spettacolo, in anteprima per la Campania, che sta riscuotendo grande successo in tutta Italia “Alberto Sordi segreto”, ideato e condotto dal giornalista e conduttore radiotelevisivo Rai Igor Righetti, cugino dell’attore da parte della madre di Sordi, Maria Righetti.

Lo spettacolo, che prende spunto dal motto di Alberto Sordi “La nostra realtà è tragica solo per un quarto: il resto è comico. Si può ridere su quasi tutto”, è tratto dall’omonimo e pluripremiato libro scritto da Igor Righetti e pubblicato da Rubbettino editore (prefazione di Gianni Canova), in cui per la prima volta viene raccontata la vita privata dell’Alberto nazionale, attraverso rivelazioni, aneddoti e curiosità. Righetti sarà il protagonista con foto inedite, molte delle quali provenienti dagli album di famiglia, video e musica. In pochi mesi dall’uscita il volume ha ottenuto il Premio internazionale Apoxiomeno per la Letteratura, il Premio nazionale Caravella Tricolore, quello dell’International Tour Film Fest e il Premio km Alberto Sordi istituito dal Comune di Popoli (Pescara). Il volume sarà disponibile nel firma copie con l’autore. “Uno spettacolo divertente, lontano dai luoghi comuni, interattivo con il pubblico e ricco di buonumore – spiega il giornalista e conduttore radiotelevisivo – come avrebbe voluto essere ricordato Alberto, con quell’allegria che lui ci ha regalato attraverso i suoi film”.

Durante lo spettacolo, nel quale è prevista anche l’interazione con il pubblico presente attraverso un game-show con domande legate alla vita e alla produzione cinematografica di Alberto Sordi, gli spettatori scopriranno le abitudini del grande attore, i suoi rimpianti, le sue manie, la sua amicizia con Totò, i suoi amori mai svelati, la sua umanità verso i più bisognosi, il suo modo di affrontare la vita, il suo rapporto con la famiglia, i giovani, la spiritualità. E ancora: come nasce la leggenda della sua presunta avarizia, perché non si è mai sposato, perché non ha mai voluto fare spot pubblicitari o un programma televisivo tutto suo e come nascevano i protagonisti dei suoi film. Perché Alberto Sordi è entrato nel cuore di tutti e, probabilmente, è stato ed è tuttora l’attore italiano più amato.

Il libro e l’evento-spettacolo vogliono essere un omaggio per il centenario della nascita di Alberto Sordi, un attore che ci ha regalato tante risate (mentre ci faceva riflettere), tuttora molto amato in tutto il mondo e che ha rappresentato l’Italia e gli italiani con i loro pregi e i loro difetti. Alberto Sordi ha percorso la storia della nazione e dei suoi abitanti dal dopoguerra alla fine del secolo dimostrando di essere un analitico osservatore della nostra società. Nella sua ironia riesce a essere attuale ancora oggi.

L’evento si svolgerà sabato 28 novembre alle 21 al CineTeatro San Marco di Benevento nell’ambito del Social film Festival ArTelesia, nel pieno rispetto delle prescrizioni anti-covid. Biglietti acquistabili su www.i-ticket.it oppure presso All Net Inclusive (via Lungocalore Manfredi di Svevia, 21/25) a Benevento.

Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

Il fumettista Paco Roca, ospite online dell’Istituto Cervantes e Comicon

Pubblicato

il

paco roca
foto comunicato stampa

Instituto Cervantes e COMICON presentano un incontro virtuale con Paco Roca. Sabato 5 dicembre 2020 ore 18, in  diretta su Facebook e Youtube. Accesso gratuito

 

Istituto Cervantes e Comicon, all’interno del programma della mostra Historia e Historieta. Paco Roca fra storia e leggenda – aperta al pubblico presso l’Istituto Cervantes di Napoli lo scorso 13 ottobre e attualmente sospesa per le note ragioni legate alla pandemia in atto – organizzano un incontro online con Paco Roca, in una diretta Facebook e Youtube dai canali del festival partenopeo.

Sabato 5 dicembre 2020 ore 18 in diretta dalla Spagna, Paco Roca – vincitore del Romics D’Oro, il premio riservato ai grandi maestri del comics – incontrerà il pubblico accompagnato dallo scrittore e diplomatico Guillermo Corral, co-autore del fumetto “Il tesoro del Cigno nero”, suo ultimo graphic novel edito da Tunuè. All’evento, moderato dal giornalista Francesco Memo, parteciperanno anche Alino per COMICON ed Emanuele Di Giorgi della casa editrice Tunuè.

Durante l’incontro – ad accesso gratuito – potremo conoscere i dettagli della creazione storica a fumetti, presente non solo nell’ultimo lavoro di Roca ma anche in altre opere precedenti, tra la linea chiara grafica e l’accuratezza delle fonti. Della capacità del fumetto, come linguaggio espressivo, di offrire nuove chiavi di lettura del passato e del presente.

Classe 1969 originario di Valencia, Paco Roca (al secolo Francisco José Martínez Roca) è il più importante autore spagnolo di fumetti vivente. Artista pluripremiato (Premio Nacional del Còmic, Premio Goya, Eisner Award, Gran Guinigi, Romics d’Oro) per numerose opere ormai di riferimento nel panorama del graphic novel contemporaneo internazionale, è attivo dal 1994. In Italia pubblica le sue opere con la casa editrice Tunuè. Disegnatore realista, si è fatto conoscere nel mercato europeo come un artista eclettico, capace di raccontare e disegnare diversi tipi di storie con la stessa intensità. Pubblica regolarmente per la rivista spagnola La Cúpula e ha realizzato diversi graphic novel: “Gog”, “Il gioco lugubre”, “Figli della Alhambra”, “Il Faro”, “Il Bivio”, “La casa”, “Le strade di sabbia”, “L’inverno del disegnatore”, “Memorie di un uomo in pigiama” e, soprattutto, “Rughe” lavoro che lo ha consacrato tra i grandi del Comics.

Per informazioni: Instituto Cervantes tel. 081 195 63311 – www.napoles.cervantes.es

Leggi anche: https://www.tunue.com/product-author/paco-roca/

Continua a leggere

Arte e Musei

Janua, Museo delle Streghe: appuntamenti online con le Janare beneventane

Pubblicato

il

Janua

Janua – Museo delle Streghe, continuano gli appuntamenti on line con quanti amano il mondo magico delle Janare beneventane

Continuano le attività di #januavirale proposte da Janua – Museo delle Streghe di Benevento dopo il lockdown imposto alla cultura. Appuntamenti online pensati per restare in contatto con quanti amano il mondo magico delle Janare beneventane e mantenere vivo il confronto con i testimoni della memoria.

Segui su Fb: https://www.facebook.com/museostreghe/

Primo appuntamento sono state le #favolearotelle un progetto nato grazie alla collaborazione tra Lucia De Angelis (strega con le rotelle) e Maria Scarinzi (strega senza rotelle) che ha dato vita a sette storie magiche, in uscita ogni sabato, che troveranno spazio in un libro che aiuterà la Ricerca Scientifica impegnata nella cura delle malattie genetiche rare. Si è poi continuato con i topic stregati, appuntamenti fissi dove, grazie a “pillole di magia” e antropologia, i visitatori possono avere approcci diversi al mondo delle Janare beneventane.

È stata poi la volta dell’arte con la realizzazione di una mostra virtuale. Un esperimento nato dalla necessità di non perdere il contatto con gli spazi museali ma anche per lanciare una serie di progetti e incontri che apriranno l’anno nuovo. La strada della magia di JANUA si è nuovamente incontrata con la magia delle foto di Antonio Volpone: “Il rapporto con Antonio Volpone è un rapporto che dura da tanto. Oltre all’amicizia che ci lega da tempo immemorabile, IDEAS ha avuto l’onore di ospitare una delle sue mostre più belle quando gestiva il MUSA, mostra che ha sigillato la nostra collaborazione e che ci ha portato fino in Spagna” ha dichiarato Mario De Tommasi presidente della coop IDEAS nonché direttore di JANUA – Museo delle streghe che ha poi continuato “Le foto che vedete online, in questa breve passeggiata virtuale, sono solo alcune delle immagini che hanno inaugurato le nostre attività a Palazzo Paolo V e che abbiamo fortemente voluto perché hanno saputo cogliere l’inafferrabilità delle Janare”.

“Tante sono le attività che abbiamo messo in campo con IDEAS e tante sono le idee che bollono in pentola. Molte di queste dovevano già partire in questo anno complicato ma questa pausa non ha fatto altro che migliorare l’offerta culturale e le alleanze che vi proporremo con il nuovo anno. Incontri con artisti di fama mondiale, dialoghi con Gallerie d’arte e appuntamenti anche per i più piccoli del resto alla fotografia va riconosciuto il merito di riuscire a coinvolgere tutti”, ha dichiarato Antonio Volpone.

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/12/la-campania-da-domenica-sara-zona-arancione/?utm_source=onesignal&utm_medium=web-push&utm_campaign=notifiche

Continua a leggere

Le Notizie più lette