Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Zingaretti a Napoli: ‘Fiducia a De Luca, ha salvato la Campania’

Pubblicato

in



 Zingaretti a Napoli: ‘Fiducia a De Luca, ha salvato la Campania’

Per il segretario del Pd, non ci sono dubbi. A che “si e’ confermato un grande” bisogna “dire grazie “perche’ ha salvato la Campania e questo va riconosciuto perche’ altrimenti le scelte si fanno sempre sulle chiacchiere e non sui comportamenti”. Il riconoscimento al governatore uscente e ricandidato per il centrosinistra alla presidenza della Giunta regionale della Campania e’ arrivato nella sua Salerno al teatro Augusteo. A giudizio di Zingaretti “la Campania e’ importante per l’Italia, e’ quindi importante anche in questo scontro, non lasciare all’oblio una delle parti piu’ importanti del nostro sistema Paese. Perche’ l’Italia si rimette in piede se si rimette in piedi tutta”. “ e’ stato un gigante, un grande presidente che ha salvato e combattuto per la sua terra e per questo bisogna dirgli grazie e soprattutto confermargli la fiducia perche’ con De Luca la Campania ce la fa”, ha aggiunto Zingaretti. Lo scontro tra i candidati presidenti, con l’avvicinarsi della data del voto, si fa sempre piu’ duro. E contro l’ex sindaco di Salerno oggi sono tornati all’attacco proprio gli esponenti del M5S che a Roma sono alleati con il Pd e che con lo stesso partito hanno chiuso intese elettorali in centri importanti della provincia di Napoli, come Giugliano e Pomigliano d’Arco, citta’ del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. Valeria Ciarambino, candidata alla presidenza della Campania per il M5S, ha alzato il tiro e ha definito De Luca “un comico di piazza”. Ma ne ha anche per il competitor del centrodestra, Stefano Caldoro, bollato come “evanescente”. Le stoccate sono arrivate “dopo la tribuna politica organizzata dalla redazione del Tgr Rai di Napoli, alla quale – ha spiegato Ciarambino – ha dato forfait, mentre Stefano Caldoro ha abbandonato lo studio a registrazione appena iniziata”. Domani a Napoli sara’ in visita il segretario della Lega, Matteo Salvini per un comizio in piazza Matteotti ma anche per una visita al sito di stoccaggio dei rifiuti di Taverna del Re, alla periferia di Giugliano e dove oggi e’ divampato un vasto incendio nei pressi di un campo roma “Da ministro e’ venuto tante volte in Campania e si e’ occupato della situazione del quartiere Vasto mandando piu’ poliziotti”, sottolinea Caldoro che, intervenendo alla trasmissione Barba&Capelli condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc Targato rivendica che il centrodestra “e’ un’offerta competitiva mentre dall’altra parte c’e’ un pezzo di potere clientelare che influenza le delibere”.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Notte di lavoro contro fango a Sarno: 250 persone sfollate

Pubblicato

in

Notte di lavoro contro fango a Sarno: 250 persone sfollate.

 

Si e’ lavorato tutta la notte a Sarno, nel Salernitano, per ripulire le strade da fango e detriti dopo gli smottamenti e gli allagamenti di ieri, causati dal maltempo. Sono 250 le persone che, in via prudenziale, hanno lasciato le loro abitazioni, come previsto da un’ordinanza del sindaco, della zona di Santa Lucia in via Bracigliano, di corso Umberto I e di via Nunziante trovando ospitalita’ al centro di accoglienza allestito nella scuola Baccelli o da parenti ed amici. Il Comune ha predisposto, gia’ nella serata di ieri, un servizio di sorveglianza delle case evacuate, per evitare fenomeno di sciacallaggio. Al sottopasso di via Acquarossa, due anziani erano rimasti bloccati nella loro autovettura e sono stati soccorsi da un automobilista.

La macchina della Protezione civile comunale, coordinata dal sindaco Giuseppe Canfora, e’ stata attivata sin da subito per dare aiuto a tutti coloro ne avessero bisogno. Con mezzi meccanici, fino a questa mattina, le strade sono state interessate da pulizia dei detriti portati a valle dalle abbondanti piogge di ieri. Gli incendi sulle alture intorno a Sarno, di poco piu’ di una settimana fa, non hanno aiutato, ma grazie all’intervento dei tecnici comunali, delle forze dell’ordine, dei vigili urbani, dei vigili del fuoco, della Croce Rossa, delle guardie ambientali, dei volontari sono stati messi in condizioni di sicurezza gli sfollati e la viabilita’. “Profonda vicinanza alle famiglie che hanno lasciato le proprie abitazioni, ma era necessario per la loro sicurezza”, sottolinea il primo cittadino ringraziando “quanti sono impegnati in queste ore difficili a soccorrere ed assistere la popolazione”. “Sarno ancora una volta ha saputo reagire”, evidenzia Canfora.

Il vice sindaco Roberto Rubustelli ha spiegato tutta l’angoscia dell’amministrazione de della popolazione in un lungo post: “È difficile raccontare le ore convulse che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo. Le narrano bene le foto ed i video che ritraggono una città impaurita, ferita, ma coraggiosa. Siamo tutti ora preda di sentimenti contrastanti che riportano al dolore del 1998. Non voglio tediarvi con i miei di ricordi, perché so bene che in ciascuno di noi quella ferita sanguina ancora.
Dobbiamo, però, essere forti, rialzarci come sappiamo fare e restare uniti nel chiedere attenzione per il nostro territorio, interventi, sicurezza dopo la devastazione degli incendi delle scorse settimane. Come istituzioni, già nei giorni scorsi ci siamo mossi chiedendo lo Stato di Emergenza per Sarno, azioni su tutte le opere idrauliche.
Lo faremo ancora più fortemente, per i canali, le vasche di contenimento, i valloni, le briglie.
Esprimo la mia vicinanza alle persone che hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni.
Il mio pensiero a quanti, uomini e donne, sono presenti sul nostro territorio per il controllo, il monitoraggio, soccorso e supporto alla popolazione”.
Continua a leggere



Le Notizie più lette