Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cultura

Estate da record per il parco archeologico Paestum Velia Capaccio

Pubblicato

in



Estate da record per il

Il sito archeologico di Velia ha registrato un’estate da record nonostante l’emergenza sanitaria, con un incremento dei visitatori del 59% rispetto allo scorso anno, nel periodo dal 21 giugno al 6 settembre 2020. Il mese di agosto, in particolare, ha visto un incremento del 117% delle visite.

Nel mese di febbraio 2020, il sito magno-greco, patria del filosofo presocratico Parmenide, è stato accorpato all’autonomia di Paestum su volontà del Ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.

“I flussi in forte aumento rappresentano una prima conferma oggettiva che la fusione delle due realtà di Velia e Paestum sta funzionando – dichiara il direttore del Parco archeologico, Gabriel Zuchtriegel – Analizzando i dati, infatti, si evince che molte delle persone che hanno visitato Velia avevano già acquistato il biglietto cumulativo a Paestum. Moltissimi anche gli abbonamenti annuali che abbiamo venduti. Sicuramente ha inciso positivamente anche la messa in sicurezza e riapertura al pubblico di molte aree e monumenti, tra cui Porta Rosa, simbolo del sito archeologico, interdetto al pubblico alcuni anni fa, e il boom del turismo domestico estivo nel Cilento determinato dalla crisi sanitaria. Quando il 18 maggio abbiamo riaperto Velia e Paestum, siamo stati tra i primi siti in Italia a spalancare le porte al pubblico dopo la fase acuta della pandemia e mai avremmo pensato di raggiungere un risultato così incoraggiante. Ora bisogna consolidare il trend e rinforzare la rete con enti pubblici e privati nel territorio per innescare uno sviluppo sostenibile e durativo nel territorio cilentano”.

Positiva la partecipazione del pubblico alla prima rassegna culturale “Velia Musica&Parole”: i 5 appuntamenti serali con grandi nomi del mondo dello spettacolo hanno annotato un totale di 1305 ingressi, dato eccezionale per gli spettacoli serali a Velia. Bene anche VeliaTeatro, la rassegna teatrale che da 23 anni si svolge a Velia e ad Ascea e con la quale si mira a creare ulteriori sinergie nel prossimo futuro.

Massima attenzione alla sicurezza dei visitatori con ingressi contingentati per fasce orarie, termoscanner agli ingressi, percorsi di visita unidirezionali per evitare assembramenti, visite accompagnate, numerosi cartelli informativi e frequente sanificazione degli ambienti.

In crescita anche i flussi nell’area archeologica e nel museo di Paestum dove, durante il mese di agosto, in molte giornate è stato raggiunto il numero massimo di visitatori consentiti all’interno del Parco, così come determinato dal piano di sicurezza anti-contagio. “I numeri sono più bassi dell’anno scorso – commenta il direttore – ma date le misure anti-Covid, non avremmo potuto accogliere molte persone in più. Ringraziamo ancora tutti i visitatori per il rispetto delle regole e ci scusiamo se ci sono stati disagi legati alla gestione dell’emergenza. Posso confermare che il personale del Parco Archeologico di Paestum e Velia ha lavorato con grande impegno ed entusiasmo e sono orgoglioso dei risultati che abbiamo ottenuto come squadra, anche perché non si sono verificati casi di contagio nel Parco”. Nel periodo dal 21 giugno al 6 settembre 2020, a Paestum sono stati registrati 74mila ingressi, rispetto a 138mila nello stesso periodo dell’anno scorso.

Intanto si lavora alla programmazione delle prossime iniziative: il Parco Archeologico di Paestum e Velia aderisce all’appuntamento nazionale delle Giornate Europee del Patrimonio”, con l’apertura straordinaria dei due siti di Paestum e Velia in programma il 26 settembre 2020, con visite guidate dalle 19:00 alle 22:30, costo del biglietto € 1.

Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

Ottobre al MAV: tornano le aperture serali del venerdì

Pubblicato

in

Nell’ottica di venire incontro alle esigenze delle famiglie dopo l’apertura delle scuole, da venerdì 2 ottobre tornano le aperture serali del MAV, il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, che di volta in volta saranno arricchite da eventi speciali.

 

 

L’apertura serale del venerdì, dalle ore 18.00 alle ore 23.00 (ultimo ingresso alle 22.00), va ad affiancarsi ai tradizionali orari di visita del sabato e della domenica, in cui l’apertura del museo è programmata dalle ore 11.00 alle ore 19.00 (ultimo ingresso alle ore 18.00), sempre con prenotazione obbligatoria, per poter garantire la piena sicurezza nel rispetto delle norme di distanziamento.

E all’insegna della cultura e della piena sicurezza rimane confermata l’iniziativa “Il MAV in esclusiva per te” che, sempre tramite prenotazione dedicata, offre la fruizione del museo in esclusiva per gruppi organizzati di massimo 20 persone, ad un costo d’ingresso speciale, non solo nelle giornate di apertura del venerdì, del sabato e della domenica, ma anche nelle giornate di chiusura del lunedì, del martedì, del mercoledì e del giovedì, concordando il giorno e l’orario alla prenotazione, per scaglionare le visite ogni ora.

Il MAV di Ercolano è un museo che vuole essere inclusivo, ma al contempo esclusivo nella fruizione, per garantire a tutti sempre la massima tranquillità, in quanto è alla continua ricerca di quella misura intelligente nell’accoglienza del visitatore, che possa, rappresentando il passato, offrire ad ognuno un viaggio indimenticabile nel tempo, guidato da quegli stimoli che la macchina digitale rilascia lungo il percorso, attraverso la tecnologia e la luce.

Il percorso virtuale accompagna il visitatore a scoprire, passo dopo passo, in un viaggio a ritroso nel tempo, la straordinaria bellezza della civiltà romana, nella conoscenza della grandiosità delle antiche dimore delle città vesuviane di Pompei, Ercolano, Oplonti e Stabia e degli ultimi momenti di vita dei suoi abitanti, prima che l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. le distruggesse, ricoprendole di cenere, fango e lava.

Intanto la Fondazione CIVES – MAV, Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, come centro di eccellenza culturale e di tecnologia applicata ai Beni Culturali e alla comunicazione, tra i più all’avanguardia in Italia, diventa un riferimento del territorio per la digitalizzazione nonché per la produzione di supporti virtuali e di filmati al servizio della cultura campana. Come prima iniziativa il Museo ha prodotto, in occasione dell’inaugurazione del nuovo museo del Castello di Lettere, un filmato che ricostruisce, in modo virtuale, la storia e i cambiamenti della struttura fortificata a guardia dell’agro nocerino sarnese.

E, a Castellammare di Stabia, nella Reggia di Quisisana, per l’inaugurazione del museo intitolato a Libero D’Orsi, il MAV ha voluto continuare nella sua opera di divulgazione sul territorio, producendo un video, con la voce narrante dell’attore stabiese Gianfelice Imparato, che celebra e racconta gli scavi del preside archeologo D’Orsi, introducendo i visitatori al percorso museale che, in quindici sale mette in mostra centinaia di reperti, anfore, oggetti in bronzo e in ferro, resti di un carro agricolo e gessi e affreschi, provenienti dalle ville dell’otium del territorio stabiano.

Giorni e orari di apertura del mese di ottobre:

Il Venerdì dalle ore 18.00 alle ore 23.00 (ultimo ingresso alle 22.00)
Il Sabato e la Domenica dalle ore 11.00 alle ore 19.00 (ultimo ingresso alle 18.00)
L’area aperta al pubblico sarà il percorso museale e la sala per la visione del film sull’eruzione del Vesuvio.
Il costo del biglietto d’ingresso è di 5 euro.
Ingresso gratuito fino ai 6 anni e per i residenti nel Comune di Ercolano
Prenotazione obbligatoria solo online sul sito www.museomav.it

MAV – MUSEO ARCHEOLOGICO VIRTUALE | Via IV Novembre 44, Ercolano (NA)

Mail: info@museomav.it
Tel: 081 77 76 843 – 081 77 76 784

Continua a leggere



Cultura

In libreria ‘Scendo dal treno per riprendermi la vita’ dell’autore sarnese Carmelo Atonna

Pubblicato

in

In libreria “Scendo dal treno per riprendermi la vita” di Carmelo Atonna

 

 

Un grande romanzo postumo, classificatosi al primo posto assoluto al Concorso letterario nazionale “Autori Italiani” – edizione 2019. L’opera è edita dalla CSA Editrice.

Gli anni dopo il sessantotto sono stati una fucina di speranza per un’intera generazione. L’autore racconta le manifestazioni di piazza e gli avvenimenti tragici legati all’eversione politica. Delinea con contorni netti la figura tipica del brigatista rosso: idealista, di estrazione borghese, che vuole cambiare il mondo ma rimane invischiato nella spirale dell’odio. Il romanzo vede il protagonista, un manager quarantenne, liberarsi dalla quotidianità della vita borghese, stanco di un’esistenza sprecata che non trova nessun riferimento con le necessità intime ed esistenziali. Due incontri determinanti lo porteranno a recuperare i valori della vita: quello con Don Ciro e quello con la giovane Erika.

 

Carmelo Atonna, Sarno (SA) 02.11.1935 – Milano 31.03.1996

Compie i primi studi classici nel Seminario di Nola (NA), completandoli al Liceo Classico “Tito Lucrezio Caro” di Sarno. Pur prediligendo le discipline letterarie, si lascia trasportare dalla passione dell’oratoria forense verso gli studi giuridici, conseguendo la Laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Napoli nel 1958. Dal 1962 esercita a Milano in modo eccellente la professione di avvocato penalista. Fortemente ispirato ai valori del cristianesimo, diviene illuminato seminatore di pensiero e di idee. Dagli anni ’70 – ’80 completa la prima opera in prosa inedita, “Scendo dal treno per riprendermi la vita” romanzo filosofico nel quale affronta i problemi sociologici e politici degli ultimi decenni del secolo scorso, prospettandoli nel futuro. È sua convinzione che l’uomo moderno, privo di direzione, possa trovare nello specchio della storia l’orientamento della sua esistenza. Restano due romanzi postumi incompiuti, trascritti e terminati dalla moglie Emma Bosso Atonna: “Il dono dell’anima” e “La coscienza di Luca”.
Opere poetiche: “Anni persi I-II”, “Ritorno a Dafne I-II”, “Lamento a Dafne III”, “Carmina Atavica”, “Canti del Sacro ‘Desiderio’”, “Colui che viene colui che va”.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette