Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Coronavirus

Covid, test nelle farmacie, D’Anna (Biologi): “Scelta scorretta e illegittima. Pronti a manifestazioni di protesta con Medici e Associazioni di categoria”

Pubblicato

in



ROMA. “E’ inopportuno, oltre che scorretto ed illegittimo, assegnare l’esecuzione dei test anti- alle farmacie, divenute ormai contenitore di ogni pratica sanitaria a svantaggio di categorie che pure ne avrebbero più titoli e meriti”.

Lo dichiara, in una nota, il senatore Vincenzo D’Anna, presidente dell’Ordine nazionale dei Biologi, dicendosi pronto a “diffidare il governo dal porre in pratica tale intendimento” e ad “impugnare tutti gli atti amministrativi e normativi eventualmente adottati e che dovessero consentire, nelle farmacia, attività che sono, invece, proprie del laboratorio di analisi cliniche, dei Biologi e dei medici laboratoristi”. Per D’Anna: “Fermo restando la scarsa attendibilità di questi test rapidi, escludere i laboratori da tali pratiche, significa voler relegare l’esecuzione di quel tipo di esami, nello sgabuzzino o nel retrobottega delle farmacie. Una situazione assurda, che condanniamo con forza rammentando, a chi di competenza, il sacrificio e l’abnegazione con i quali, nei mesi bui del lockdown, migliaia di biologi hanno lavorato nei laboratori di analisi”.

“D’intesa con le associazioni di categoria, con la Federazione dei Medici e con le società scientifiche, valuteremo, nelle prossime ore, l’opportunità di indire manifestazioni di protesta” aggiunge ancora il presidente dei Biologi. “E’ solo il caso di ricordare che nelle farmacie già si perpreta la violazione della norma che stabilisce la possibilità di poter effettuare l’autodiagnosi con l’uso di test rapidi, destinata però solo ai cittadini non autosufficienti e che invece, aggirata in maniera surrettizia, viene estesa a tutti con l’illegittimo aumento del numero dei test eseguiti” conclude D’Anna.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Coronavairus, altro contagiato alla Fca di Pomigliano: scatta la sanificazione

Pubblicato

in

Coronavairus, altro contagiato alla Fca di Pomigliano: scatta la sanificazione.

 

“L’azienda ci ha appena comunicato che uno dei 5 (impiegati) che hanno avuto stretto contatto con l’impiegato della Qualità, risultato positivo lunedì scorso, è risultato anch’esso positivo al coronavirus”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Coronavirus, un altro operaio contagiato alla Fca di Pomigliano

Lo scrivono in un comunicato i responsabili aziendali sindaci di Fim, Fiom. Uilm, Fismic, Uglm e Aqcfr. Nello stesso i sindacalisti spiegano: “Le sue condizioni sono buone e non presenta sintomi, pertanto, sempre sulla base dell’attuale procedura interna, sono stati individuati altri 5 contatti stretti, che a partire da oggi resteranno in quarantena. Verrà effettuata la sanificazione. delle aree di lavoro e delle altre aree comuni del lavoratore interessato, così come previsto dal protocollo”.

 

Continua a leggere



Coronavirus

WEB Google Maps si aggiorna ora mostra sulla mappa anche i casi di Coronavirus

Pubblicato

in

E’ stato aggiunto un nuovo livello per mostrare su Google Maps le informazioni relative all’andamento dei contagi da -19

Da oggi su Google Maps ci sono anche le informazioni relative alle indicazioni sull’affluenza e i momenti migliori per visitare i luoghi prescelti e gli avvisi in tempo reale con gli aggiornamenti sulle restrizioni di sicurezza e le misure anti-Covid, Google  ha infatti annunciato un nuovo servizio in grado di mostrare direttamente sulla mappa visualizzata anche i dati più aggiornati sui casi presenti nell’area in cui ci si vuole muovere.

Per attivare questa funzione aggiuntiva bisogna cliccare sull’icona in alto a destra (la sezione dei layer,i livelli di visualizzazione della mappa) cliccando sulla voce Covid-19 info.
Con questa funzione verranno visualizzati le informazioni sul numero di nuovi casi di coronavirus trovati in quell’area su 100mila persone, oltre a un’indicazione che mostra se i casi registrati sono in aumento o meno sulla base delle informazioni disponibili a livello nazionale.

E’ presente anche una scala di colori diversi che permette di identificare la concentrazione dei casi in quell’area, dal grigio, che segna un numero di casi inferiori a uno fino al rosso scuro, che identifica concentrazioni con più di 40 casi registrati e accertati. Man mano si restringe l’area di interesse, poi, le informazioni vengono mostrate via via a livello nazionale, regionale, provinciale fino ad arrivare a quelle relative alle singole città, con la copertura degli oltre 220 stati censiti dal servizio Google Maps.

La fonte di queste informazioni utilizzate da Google Maps provengonodalle istituzioni e da fonti accreditate che già diffondo i dati sull’andamento della pandemia a livello globale, come l’Organizzazione mondiale della sanità, i ministeri della Sanità dei deversi paesi, gli ospedali, così come altre istituzioni sanitarie o enti nazionali e locali, così da poter fornire dati sempre più precisi e aggiornati in tempo reale.

Al momento in Italia il rilascio ufficiale di questa funzionalità non è ancora completo del tutto,molte persone ancora non sono in grado di vedere questa nuova funzione.

Continua a leggere



Le Notizie più lette