Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Politica Campania

Campania: da De Luca 10 progetti per Napoli come la funicolare sul Vesuvio

Pubblicato

in



Un piano articolato per migliorare l’assetto urbanistico, dotare Napoli di servizi avanzati e di tecnologie innovative. Il presidente della Regione , Vincenzo , nel presentare da candidato alla riconferma della poltrona di ‘governatore’ le sue 10 proposte, che passano poi 12 durante la conferenza, prende un granchio da ex sindaco elencando gli enti che intende coinvolgere.

“Volevamo presentare queste 10 proposte piu’ una con le quali intendiamo aprire innanzitutto un confronto e un dibattito con tutte le istituzioni interessate, dal Comune di Salerno, alla Citta’ Metropolitana e le Circoscrizioni”, dice, e, senza accorgersi del lapsus, prosegue sereno nell’illustrare le idee. Ma il tema e’ serio e coinvolge associazioni, comitati, movimenti e atenei. Si parte dalla riqualificazione di piazza Garibaldi, come snodo del trasporto intermodale, con il raddoppio della stazione per la Circumvesuviana, ma anche con un grande parco verde che sara’ l’ingresso della stazione su via Galileo Ferraris.

Un intervento che De Luca definisce “sconvolgente”, cui affianca il nuovo modello di gestione logistica con un’unica azienda regionale dei trasporti, che comprenda le tre linee di metropolitana. Poi presenta due nuovi parchi verdi nell’area di Pianura come “una forma di risarcimento civile per quelle comunita’”, dopo la grave crisi dei rifiuti, e il Polo audiovisivo che potrebbe sorgere nell’area della ex Nato di Bagnoli, come “una continuazione degli interventi su Bagnoli, se dovessimo mai arrivare, e ci arriveremo, alla riqualificazione di quell’area”. Nell’area orientale, assieme al lungomare, su una linea di costa di circa tre chilometri, a San Giovanni a Teduccio, c’e’ anche il recupero di un grande immobile abbandonato di proprieta’ della Regione per farne Casa Miranda, una residenza universitaria.

“Abbiamo una fame di alloggi per studenti – sottolinea – su una popolazione di 100mila studenti, gli alloggi sono appena l’1%, contro il 3 per cento della media nazionale”. Sul fronte della riqualificazione del patrimonio culturale e artistico, i progetti sono due e riguardano l’ospedale degli Incurabili, visto come ospedale di comunita’ ma anche come polo culturale, e il conservatorio San Pietro a Majella, per il quale la Regione impegnerebbe 8 milioni di euro. “Abbiamo gia’ sottoscritto un accordo con Soprintendenza e Comune di Napoli e affidato la progettazione alla soprintendenza, per un bene che e’ patrimonio della Campania e dell’Italia”, spiega. Palazzo Penne e’ destinato a diventare la casa dell’Architettura, mentre l’ex Manifatturiettura Tabacchi dell’area Est di Napoli un polo tecnologico di innovazione sostenibile. Infine i progetti per la funivia dei musei, che collegherebbe il Mann a Capodimonte e la funicolare del Vesuvio, “un brand internazionale per Napoli, come grande attrattore turistico”.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica Campania

Di Maio: De Luca? ‘Campani lo hanno votato’

Pubblicato

in

“I cittadini campani hanno votato”. Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, risponde cosi’, a margine della visita al Sud Motor Expo di Ariano Irpino, ai cronisti che chiedono un commento alla vittoria di Vincenzo alle elezioni regionali.

“Noi come Governo lavoreremo col massimo impegno e con la massima lealta’ istituzionale con tutti i presidenti di Regione – aggiunge – e in questa regione per fare meglio. C’e’ bisogno di una grande sinergia tra enti locali e governo centrale. E io la promuovero’ sempre al di la’ delle forze politiche”.

Massima lealta’ istituzionale tra Governo e Regione . E’ la risposta del ministro degli Esteri Luigi Di Maio quando gli si chiede un commento sull’ exploit di De Luca alle Regionali. “Come governo – ha spiegato – lavoreremo col massimo impegno e con la massima lealta’ istituzionale con tutti i presidenti di Regione e lasciatemi dire che in questa regione per fare meglio c’e’ bisogno di una grande sinergia tra enti locali e governo centrale”. “E io – ha concluso – la promuovero’ sempre al di la’ delle forze politiche”.

Continua a leggere



Politica Campania

Ciarambino: “Chiudere tutto? Prima si ascoltino le esigenze di categorie e imprese”

Pubblicato

in

La consigliera regionale: “Tavoli permanenti con ogni settore produttivo della . Il Movimento sarà la loro voce in Regione”

“Non si può annunciare di chiudere tutto di punto in bianco, senza preoccuparsi affatto delle conseguenze sul piano socio economico che una tale decisione potrebbe produrre. Dal lockdown molte attività, sia commerciali che professionali, sono uscite con le ossa rotte e se non hanno chiuso del tutto i battenti, ancora oggi fanno fatica a rimettersi in piedi. Bisogna fin da subito attivare tavoli con tutte categorie, ascoltare le loro proposte in previsione di misure drastiche che potrebbero comunque rendersi necessarie per contrastare l’emergenza sanitaria. Solo attraverso il confronto con chi conosce le esigenze di un settore e ha già vissuto in prima persona la recessione prodotta dalla prima fase pandemica, sarà possibile individuare soluzioni che possano evitare una crisi che andrebbe a riverberarsi su ogni settore produttivo della Campania”. Lo dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino.

“Nei mesi scorsi – ricorda Ciarambino – dopo aver raccolto il grido d’allarme delle associazioni delle piccole e medie imprese e su loro suggerimento, siamo riusciti a far anticipare la data di inizio dei saldi in Campania, restituendo ossigeno al commercio regionale. La nostra prima proposta in questa nuova legislatura sarà di istituire tavoli permanenti con tutte le categorie, così da renderle partecipi e protagonisti dei processi legislativi e affinché ogni misura risponda realmente alle esigenze rappresentate. Sarà il primo passo per riavvicinare i cittadini alle istituzioni. Come Movimento 5 Stelle saremo la voce in Regione di ogni settore produttivo della Campania”.

Continua a leggere



Le Notizie più lette