Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Napoli e Provincia

M5S: “Consulente profumatamente pagato dal Comune, Barone non dia lezioni di stile”

Pubblicato

in



Elezioni a San Paolo Bel Sito, il deputato : “Assurdo che in un’intervista il candidato primo cittadino si permetta di annunciare ruoli apicali per il suo predecessore”

“Consulente esclusivo in nome e per conto dell’amministrazione in carica, profumatamente e puntualmente remunerato per tutto l’arco di questa consiliatura con parcelle di tutto rispetto, il candidato sindaco di San Paolo Bel Sito Raffaele Barone annuncia, probabilmente in segno di personale gratitudine, che al primo cittadino uscente sarà offerto un incarico apicale.  “Sarà il capo”, si lascia scappare con un sorriso malizioso nel corso di un’intervista.

Questo è il signore che prova a dare lezioni di stile al Movimento 5 Stelle, che si permette di lanciare strali all’indirizzo della nostra forza politica, l’unica che sta portando avanti un programma fatto di contenuti veri, che mette in campo progetti concreti per il rilancio del territorio. Soprattutto, l’unica che ha proposto una lista con volti nuovi, alternativi ai nomi triti e ritriti di trasformisti e poltronisti della coalizione accozzaglia di Barone e co. Nella quale sono confluiti anche i finti oppositori del Partito democratico cittadino, abili solo nei salti della quaglia, a cominciare dal salto carpiato sul carro dei possibili vincitori”. Lo dichiara il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Iovino.

“Questa è gente che accompagneremo alle rispettive abitazioni – conclude Iovino – tenendoli lontano dalla guida di una città paralizzata dai giochi e dalle dinamiche del sistema della vecchia politica. E non consentiremo più giri di nomine e consulenze tra amici degli amici. A queste persone non permetteremo più di mettere le mani sul denaro dei cittadini di San Paolo Bel Sito”.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Nera

42 kg di marijuana e 115 piante di cannabis sequestrate dai carabinieri nel Nolano

Pubblicato

in

I carabinieri della stazione di Cimitile, insieme a quelli della sezione operativa di Nola hanno rinvenuto all’interno di un casolare disabitato 115 piante di Cannabis indica, occultate in 12 sacchi neri.

Oltre alle piante – di altezza compresa tra i 50 cm e i 2 mt – i militari hanno rinvenuto 42,85 chili di marijuana già essiccata e pronta per essere confezionata e smerciata. La droga è stata sequestrata a ignoti. Continuano le indagini per risalire al coltivatore.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette