Nuova rivolta dei detenuti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere

SULLO STESSO ARGOMENTO

Oltre cento detenuti dei reparti di alta sicurezza maschile e femminile Tamigi e Senna del carcere di Santa Maria Capua Vetere , si sono barricati nell’area riservata al passeggio, per protestare contro la decisione del Dap di sospendere i colloqui on-line con i familiari e la sorveglianza dinamica.

 

I detenuti e le detenute – quest’ultime gia’ ieri avevano protestato – sarebbero dovuti rientrare nelle celle intorno alle 15 ma si sono rifiutati, iniziando a battere oggetti contro il muro; con dei pezzi di carta hanno poi dato fuoco a dell’erba attorno alla chiesetta ubicata nell’area. La protesta dei detenuti per reati anche di camorra, e’ soprattutto per la sorveglianza dinamica (celle aperte di mattina), la cui sospensione da parte del Dap non e’ ben vista dai detenuti del reparto di alta sicurezza, che ne hanno usufruito in questi mesi di emergenza Coronavirus, mentre solitamente non ne hanno diritto. Altro motivo e’ la sospensione delle video-chiamate, che gia’ ieri aveva scatenato la protesta delle donne del reparto Senna.

“La protesta in corso – dice il segretario generale del Spp Aldo Di Giacomo – dimostra ancora una volta come nelle carceri sono i detenuti a comandare”. E per ora la Polizia Penitenziaria non interviene. “Il personale della Polizia Penitenziaria – dice Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE – attende ordini e regole di ingaggio chiare da parte delle Autorita’ preposte alla gestione di tale evento critico,con liberatoria di eventuali responsabilita per evitare problemi come in passato. Il SAPPE e’ stato, e’ e sara’ al fianco dei colleghi in divisa e contro alle spettacolarizzazioni e comizi dei vari garanti che soffiano sul fuoco”.




LEGGI ANCHE

Ischia, fiaccolata per Antonella Di Massa, domani i funerali

Dopo l'autopsia di Antonella Di Massa, la magistratura ha autorizzato i funerali della donna ritrovata morta dopo 12 giorni di scomparsa. I servizi di Chi l'ha visto hanno individuato il corpo mercoledì scorso. I funerali si terranno domani pomeriggio a Casamicciola. La fiaccolata in ricordo della donna è prevista per questa sera a Succhivo, il borgo in cui è stata vista per l'ultima volta viva. L'autopsia è stata eseguita all'Istituto di Medicina Legale del secondo Policlinico...

Nuove aperture straordinarie al Parco Archeologico di Ercolano per l’arrivo della primavera

Il Parco Archeologico di Ercolano sta vivendo un momento straordinario, con un aumento significativo dei visitatori rispetto all'anno precedente. Il Direttore Sirano si dichiara sorpreso e soddisfatto per i risultati positivi ottenuti fino ad ora. Grazie ad un meteo favorevole e ad un costante impegno nel promuovere i valori culturali del sito, il Parco sembra non conoscere più periodi di bassa stagione. Il mese di marzo si apre con importanti iniziative, come la domenica gratuita...

Napoli, tenta di rubare cellulare a corso Umberto: arrestato 40enne

Un uomo di 40 anni, è stato arrestato per aver tentato di rubare il cellulare a una donna a Corso Umberto I, a Napoli. Gli agenti del Commissariato Decumani hanno intercettato la scena e bloccato il ladro. L'aggressione è avvenuta in prossimità di via Seggio del Popolo, quando gli agenti hanno notato uno scooter inseguire un uomo a piedi. Dopo aver raggiunto e bloccato il fuggitivo, è emerso che aveva appena sottratto il telefono a una turista...

Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

Sparatoria a Fuorigrotta: pistoleri in azione in via delle Scuole Pie

Nella zona di Fuorigrotta a Napoli, si è verificata una sparatoria su via delle Scuole Pie. I carabinieri del comando di Bagnoli sono intervenuti, intorno...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE