Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca Napoli

Napoli, segue la vittima in pizzeria per rubarle lo scooter: arrestato 48enne

Pubblicato

in



Napoli. Segue la vittima in pizzeria per rubarle lo scooter: arrestato per furto un 48enne.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Vomero hanno arrestato per furto Vittorio Nardelli, 48enne già noto alle forze dell’ordine. I militari, durante il servizio, transitando in via San Domenico hanno incrociato Nardelli e un suo complice in sella a due scooter. Alla loro vista, sono scappati invertendo repentinamente la direzione di marcia cercando di dileguarsi tra le strade del quartiere. Dopo un breve inseguimento Nardelli è stato bloccato mentre il complice è riuscito a fuggire.

I Carabinieri hanno accertato che lo scooter con il quale viaggiava il 48enne era stato rubato poco prima in via Luca Giordano ad una vittima alla quale è stato restituito dopo averlo rintracciato all’interno di una pizzeria a cenare con gli amici. Il ragazzo all’oscuro di  tutto e non accortosi di essere stato pedinato ha ringraziato i militari dell’Arma.
Proseguono gli accertamenti per identificare il complice di Nardelli che, arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Coronavirus: positivo il presidente della Camera di Commercio di Napoli

Pubblicato

in

Coronavirus: positivo il presidente della Camera di Commercio di Napoli. Ciro Fiola su fb, ‘voglia di vincere anche questa battaglia’ .

 

“Amici buonasera. Nonostante le precauzioni il covid, questo nemico subdolo, ha colpito anche me”. E’ quanto fa sapere, attraverso fb, il presidente della Camera di Commercio di Napoli, Ciro Fiola. “Sono a casa in isolamento, qualche linea di febbre e la voglia di vincere anche questa battaglia” aggiunge Fiola.

Continua a leggere



Afragola

Camorra: sequestrati 10mila euro in contanti e orologi per 60mila nelle case dei Moccia a Roma

Pubblicato

in

Sequestrati dai carabinieri nelle abitazioni di Angelo Moccia e Francesco Varsi, tra gli arrestati dell’operazione di ieri che ha portato a 13 misure cautelari e al sequestro di 14 locali nel centro di Roma, altri 10mila euro in contanti e 10 orologi di pregio, del valore complessivo di oltre 50mila euro, ritenuti provento delle attivita’ illecite dell’organizzazione.

I carabinieri avevano gia’ dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo di beni, anche ai fini della confisca, del valore complessivo di circa 4 milioni di euro, ricostruito e individuato nel corso delle indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma. Nell’ordinanza di custodia cautelare si evidenzia che “in diverse conversazioni intercettate si comprende come il mantenimento di un tenore di vita alto, l’uso di macchine molto costose, il reperimento di immobili di pregio, fanno parte di uno stile di vita che i camorristi, ed in particolare il clan Moccia, ostentano al fine di esercitare maggiore influenza sulle persone vicine ed estendere la rete di contatti che permette loro di infiltrarsi nell’economia legale”. “Se c’ho un F12… F12 targato F12 immatricolato dodici, dodici, duemila dodici (12.12.2012)… cioe’ per chi e’ collezionista e’ una cosa… ” avrebbe detto lo stesso Angelo Moccia in una conversazione intercettata.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette