Da Foggia al Casertano per vendere falso olio extravergine. denunciato

Trasportava in auto circa 200 litri di olio con la denominazione “extravergine di oliva 100% italiano”, contenuto in lattine e bottiglie di vetro che recavano i dati di un’impresa produttrice inesistente. Protagonista un imprenditore trentenne di Cerignola (Foggia), denunciato dalla Guardia di Finanza a Gricignano d’Aversa, nel Casertano, dove era venuto per commercializzare e tentare di vendere il suo prodotto. L’imprenditore e’ stato fermato dai Baschi Verdi di Aversa, impegnati nella quotidiana attivita’ di controllo economico del territorio; nel bagagliaio sono state rinvenute le confezioni di olio, con etichette del tutto false. I finanzieri hanno scoperto che l’oleificio di Bari riportato sull’etichetta non era mai esistito, e che la societa’ distributrice riportata nei documenti di trasporto, era un’impresa di Cerignola cessata da oltre due anni e gestita da un soggetto “nullatenente”. L’imprenditore trentenne, con precedenti per truffa, e’ stato cosi’ denunciato per il reato di vendita di prodotti industriali con segni mendaci, ed ora rischia la reclusione fino a due anni e una multa fino a ventimila euro.

 



Pubblicità'

Razzismo da social, “Andate a lavorare sfaticati, ripulite quella fogna di città” – l’attacco ai napoletani su un gruppo facebook

Notizia Precedente

Torre Annunziata, Portici ed Ercolano: carabinieri setacciano l’area vesuviana. Controlli a tappeto, arresti e sanzioni. Movida nel mirino

Prossima Notizia