Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Politica Campania

La Regione Campania consegna 10 nuovi bus alle linee Clp

Pubblicato

in



Stamattina presso il deposito CLP di Piedimonte Matese “Cerimonia di consegna “di ben 10 nuovi autobus regionali.”E’ un grande segno di attenzione di questa Amministrazione Regionale verso le esigenze di mobilità dei cittadini e l’efficientamento del servizio di mobilità urbana e suburbana, con un cospicuo investimento nel rinnovo  del parco automezzi, garantisce qualità, sicurezza e sostenibilità ambientale.Sono ben 21 mila i passeggeri trasportati quotidianamente dalla CLP, ed ulteriori 18 nuovi autobus saranno consegnati all’azienda CLP  nei prossimi mesi, nell’interesse primario degli utenti del servizio e degli autisti impegnati quotidianamente sulle strade del nostro territorio .”” Il deposito CLP di Piedimonte Matese è stato, ad agosto 2019, oggetto di viva preoccupazione da parte della cittadinanza per il rischio di chiusura. Una eventualità totalmente scongiurata grazie alla sinergia tra Regione Campania, EAV, ed azienda CLP.Oggi, alla presenza dei lavoratori, dei rappresentanti sindacali e della proprietà rappresentata dall’avv. Lucia Vitale, abbiamo rilanciato sul potenziamento del servizio e sull’incremento delle tratte.”C’è da aggiungere inoltre, che dal suo insediamento- continua l’assessore PALMERI- questo Governo regionale ha sostenuto il diritto allo studio favorendo il trasporto di giovani tra gli 11 ed i 26 anni, riservando loro abbonamenti gratuiti annuali per il trasporto scolastico e universitario. Nel 2019 si è toccata la cifra massima di ben 120 mila abbonamenti gratuiti erogati .Parole di plauso sono arrivate anche dalle organizzazioni sindacali, rispetto al costante miglioramento che questa sinergia pubblico/ privata sta realizzando.Da cittadina casertana seguo costantemente ogni percorso di rilancio e sviluppo del nostro territorio e senza dubbio sanità, mobilità, lavoro e ambiente sono alcuni dei punti fermi su cui il mio impegno è costante.

Continua a leggere
Pubblicità

I fatti del giorno

Boscotrecase, il sindaco: ‘I seggi covid dell’Asl Napoli 3 tutti sulle nostre spalle. Assurdo

Pubblicato

in

Boscotrecase. “Scriverò una nota al Ministro dell’Interno. È vergognoso scaricare sulle spalle di un sindaco di un piccolo paese di 10 mila abitanti la responsabilità e l’organizzazione di una macchina così complessa che meriterebbe poteri e risorse straordinarie”.

Sono le parole di Pietro Carotenuto, Sindaco di Boscotrecase il cui ospedale è covid Center per l’ASL NA3 Sud. Il presidio ospedaliero oltre a curare i malati di Coronavirus ha anche avuto l’incarico di costituire un seggio domiciliare per tutti i soggetti in isolamento domiciliare per Coronavirus che ricadono nel territorio di competenza dell’ASL NA3. Decine di pazienti che hanno richiesto il voto domiciliare in una porzione di territorio molto ampia. Non sono mancati i disagi per la costituzione del seggio viste le tante rinunce. A raccontarlo è proprio il primo cittadino che si è sfogato sui social affermando che “lo Stato questa volta ci ha letteralmente abbandonato”.

Il primo cittadino sostiene come sia vergognoso “far ricadere in un piccolo comune questa responsabilità”. Si tratta dice Carotenuto di “una logica assurda in quanto ogni comune doveva occuparsi dell’organizzazione del voto domiciliare dei propri residenti sottoposti a regime di isolamento fiduciario” e annuncia di scrivere “una nota al Ministro dell’Interno. È vergognoso scaricare sulle spalle di un sindaco di un piccolo paese di 10 mila abitanti la responsabilità e l’organizzazione di una macchina così complessa che meriterebbe poteri e risorse straordinarie. Grazie esclusivamente alla direzione generale dell’Asl Napoli 3 sud, alla direzione sanitaria dell’Ospedale di Boscotrecase, ai dipendenti dell’Asl che hanno dato disponibilità e a tutti quelli che hanno collaborato. Lo Stato questa volta ci ha letteralmente abbandonato”.

Alla fine, dopo le tante difficoltà, e “un’intera giornata passata in comune al telefono con il Prefetto- fa sapere il primo cittadino – solo in serata, viste le tante rinunce e i problemi connessi, abbiamo costituito il seggio ospedaliero per consentire il diritto al voto per i soggetti positivi ricoverati presso il Covid Hospital di Boscotrecase e il seggio speciale per garantire il diritto al voto anche ai soggetti in isolamento domiciliare che hanno fatto richiesta residenti in tutti i comuni ricadenti nel bacino dell’ospedale di Boscotrecase in quanto struttura covid territorialmente più vicina. Un territorio vastissimo che va da Sorrento a Tufino, da Agerola a Poggiomarino, da Massalubrense a Cercola”.

Continua a leggere



Avellino e Provincia

Candidato al comune di Ariano Irpino muore d’infarto nel giorno delle elezioni

Pubblicato

in

Candidato al comune di Ariano Irpino muore d’infarto nel giorno delle elezioni.

 

Un candidato al consiglio comunale di Ariano Irpino e’ morto stroncata da un infarto subito dopo aver lavorato al ripristino della viabilita’ per un incidente avvenuto la notte scorsa tra Carife e Vallata. Anselmo Jose’ La Manna, 58 anni di origini venezuelane, era conosciuto per le sue battaglie ambientaliste. Nel 2008 capeggio’ la rivolta contadina tra Ariano Irpino e Savignano Irpino per evitare che in contrada Pustarza venisse realizzata una discarica nel periodo piu’ critico dell’emergenza rifiuti.

Sali’ sulla cabina di un trattore e condusse una ventina di mezzi fino al luogo dove erano in corso i carotaggi con i tecnici blindati da un cordone di mezzi di polizia e carabinieri. Riusci’ ad accerchiare le forze dell’ordine che furono costrette ad abbandonare il cantiere. Pochi giorni dopo pero’, durante una marcia che coinvolse piu’ di 40mila persone, ebbe la peggio negli scontri con la polizia. Fini’ in ospedale e poi subi’ un processo.

Per anni ha abbandonato l’attivita’ politica, ma in questa tornata aveva deciso di sostenere il candidato sindaco del centrodestra Marco La Carita’ candidandosi in una lista civica. La notte scorsa ha accusato un malore mentre rientrava a casa, ma non e’ riuscito ad avvertire i soccorsi. E’ stato trovato senza vita da un collaboratore e da uno dei suoi figli intorno alle 6 del mattino, dopo che la moglie preoccupata ha lanciato l’allarme.

Continua a leggere



Le Notizie più lette