Una nuova frase sessista di Silvio Berlusconi in Calabria scatena molte reazioni politiche.”Jole Santelli é una signora che conosco da 25 anni. Non me l’ha mai data, però l’ho avuta con me non solo come parlamentare all’interno dei miei gruppi, ma anche come sottosegretario alla Giustizia quando ero Presidente del Consiglio”, ha detto Silvio Berlusconi nel suo comizio a Tropea avendo a fianco la stessa Santelli, candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria.
    “Jole – ha aggiunto Berlusconi – ha una capacità straordinaria nell’individuare i problemi e le loro soluzioni. Ma ha anche quella, ed è la cosa più importante, di indicare le cose da farsi e scegliere le persone in grado di metterle in atto”. “Berlusconi ha fatto una battuta simpatica, ho riso di gusto”, ha detto Santelli. “Lui ha sempre creduto in me”

“Le parole di Berlusconi nei confronti di Jole Santelli sono squallide e offensive. Sono l’ennesima dimostrazione dell’atteggiamento machista che ha sempre mostrato Berlusconi nei confronti delle donne, con un malinteso senso dell’orgoglio maschile spacciandolo per complice simpatia. La candidata in Calabria dovrebbe essere la prima ad indignarsi a nome di tutte le donne per queste parole sessiste e volgari. Noi mostriamo tutta la solidarietà nei suoi confronti, l’ennesima donna trattata in modo indecente”. Così Camilla Sgambato, componente della segreteria Pd.

 “Silvio Berlusconi è arrivato in Calabria per mortificare la dignità delle donne. La Santelli, invece di scoppiare a ridere, avrebbe dovuto abbandonare il palco”. Lo dichiara il commissario del Partito democratico della Calabria, Stefano Graziano.  “Berlusconi viene qui con il suo jet privato a mortificare i calabresi e soprattutto le donne con battute volgari”, ha dichiarato il candidato alla presidenza della Regione Pippo Callipo. “Dopo vent’anni al governo in cui avrebbe potuto fare molto per la Calabria ora viene a promettere che ci salverà e i calabresi ancora gli credono? Mi fa rabbia pensare che ci sia qualcuno in Calabria che ancora può avere fiducia nelle promesse di Berlusconi. Ma per vent’anni dov’è stato? Cos’ha fatto per la Calabria?”.

“Le frasi pronunciate da Berlusconi sono inaccettabili, frasi sessiste e disgustose come queste non possono essere la normalità e a maggior ragione non possono essere accettate se pronunciate da un esponente politico. Purtroppo Berlusconi ci ha abituato a questo ed altro, ma è ora che la smetta di sminuire la donna ogni giorno. Peraltro lo fa durante un comizio in cui prende ancora una volta in giro i cittadini calabresi che sono stati governati dal centrodestra per anni, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti…”. scrive su facebook Carla Ruocco, deputata M5S.

“Se io dovessi citofonare a qualcuno, sceglierei di farlo con una bella ragazza per invitarla a cenare con me”. ha detto invece Silvio Berlusconi rispondendo a Tropea ad una domanda dei giornalisti su quanto ha fatto Matteo Salvini a Bologna.

“Me ne hanno dette di tutti i colori da stamattina quando ho fatto quella battuta su Jole che non me l’ha data: sessista, razzista che non considera le donne. Io le donne le considero tanto è vero che nel partito abbiamo una donna presidente del Senato, una vice presidente della Camera e donne capigruppo nel parlamento”, ha commentato Berlusconi intervenendo in serata a Lamezia Terme. “Anche nei miei esecutivi – ha aggiunto Berlusconi – le donne hanno avuto un ruolo e pure nelle mie aziende”.


Napoli, Mario Rui: Spero Sarri venga accolto bene al S. Paolo

Notizia Precedente

Virus Cina: le prime analisi escludono che la donna a Bari abbia il coronavirus. L’Oms: ‘Non c’è emergenza internazionale’

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..

Altro Politica