Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Rubriche

Venerdì 6 dicembre il teatro Sannazaro presenta Massimo Dapporto in ‘Un borghese piccolo piccolo’

Pubblicato

in




Venerdì 6 dicembre alle 21.00, con repliche fino a domenica 8, il presenta nello spettacolo , tratto dall’omonimo romanzo di , adattato e diretto da Fabrizio Coniglio, con le musiche originali di . Sul palco con , Susanna Marcomeni, Roberto D’Alessandro, Matteo Francomano, Federico Rubino.
Una storia ancora attuale, in cui il protagonista non credendo nelle pari opportunità di emancipazione sociale ed economica nel nostro paese, insegue la agognata raccomandazione per assicurare un posto di lavoro al figlio. Una commedia amara, a tratti grottesca, che strappa risate, ma invita alla riflessione.
In principio fu lo straordinario romanzo di da cui è stato tratto poi il capolavoro cinematografico di Mario Monicelli. Il romanzo, che diverge dal film in alcuni snodi narrativi essenziali, è un ritratto di agghiacciante attualità. La peculiarità del romanzo è la tinta grottesca, che si cerca di ripercorrere con l’adattamento di Fabrizio Coniglio. La stessa con cui Cerami descrive le umili aspirazioni del protagonista Giovanni, ‘il borghese piccolo piccolo’. “Quella che metteremo in scena sarà infatti una tragicommedia che nella prima parte regalerà momenti di comicità a tratti esilarante.” spiega il regista Fabrizio Coniglio “Il Borghese piccolo piccolo è Giovanni Vivaldi, un uomo di provincia che lavora al ministero, il cui più grande desiderio è quello di ‘sistemare’ suo figlio Mario, proprio in quel ministero in cui Giovanni lavora da oltre trent’anni. Ma come ottenere una raccomandazione per il figlio? Ecco l’inizio della sua ricerca disperata di una ‘scorciatoia’, in questo caso rappresentata dalla Massoneria, per garantire un futuro al figlio.”
Le aspirazioni, il desiderio di raggirare le regole che una società democratica e civile impone, sembrano quasi connaturate nell’animo di ogni cittadino italiano.

Pubblicità

Rubriche

Sospeso il Piano Be del Nuovo Teatro Sanità e del Civico 14

Pubblicato

in

Sospeso il Piano Be del Nuovo Teatro Sanità e del Teatro Civico 14 al Piccolo Bellini

 

In seguito alle disposizioni dell’ultimo dpcm del 24 ottobre 2020, il Nuovo Teatro Sanità e Mutamenti\Teatro Civico 14 di Caserta sono costretti a sospendere la programmazione del Piano Be, progetto con cui il Teatro Bellini di ha provato a sostenere con sforzo e determinazione due piccole realtà che avevano la necessità di proseguire nel loro percorso artistico, pur nelle difficoltà dell’attuale situazione sanitaria italiana.

In vista delle restrizioni del Governo, gli spettacoli programmati fino al 24 novembre – Quattro uomini chiusi in una stanza, Il prestito, La vacca, Di un Ulisse e di una Penelope – non potranno andare in scena secondo il calendario previsto.

«Ringraziamo il i fratelli Russo per averci aperto le porte del Piccolo Bellini e tutto lo staff del Teatro Bellini di per la disponibilità e l’accoglienza che ci hanno offerto – raccontano i collettivi ntS’ e Mutamenti/Teatro Civico 14. Crediamo che in Italia, il Piano Be rappresenti un unicum. Un’esperienza importante di collaborazione, messa in campo da un teatro che si è fatto carico, in questo momento di difficoltà collettiva, di andare incontro anche alle esigenze dei colleghi. È certamente un’esperienza preziosa di riorganizzazione della comunità teatrale napoletana, che speriamo poter di sperimentare ancora, appena possibile».

Continua a leggere

Le Notizie più lette