Seguici sui Social

Pubblicità

Nocera

Presentata la VI rassegna di Artenauta Teatro: ‘L’essere & l’umano’ al Diana di Nocera Inferiore

Pubblicato

in


Presentata al Foyer del Teatro comunale Diana di Nocera Inferiore la VI edizione di L’ESSERE & L’UMANO – rassegna teatrale a cura di Artenauta Teatro, con la direzione artistica di Simona Tortora, in collaborazione con il Teatro Pubblico Campano, e organizzata da Giuseppe Citarella, con il patrocinio del Comune di Nocera Inferiore.
Sette gli spettacoli in cartellone, che andranno in scena ogni venerdì alle ore 21,00. Tra di essi, uno omaggio per ringraziare l’Amministrazione comunale, nella persona del Sindaco Manlio Torquato, che ha creduto nel progetto della rassegna sostenendola ogni anno. Si inizia il 31 gennaio con “Ad esempio questo Cielo”, spettacolo costruito dalla Compagnia Dimitri/Canessa sulle parole poetiche di Raymond Carver; il 21 febbraio andrà in scena “Settanta Volte Sette” della Compagnia Controcanto Collettivo, spettacolo vincitore del festival biennale “I Teatri del Sacro” edizione 2019, che affronta il tema del perdono e della sua possibilità nelle relazioni umane e narra la vita di due famiglie i cui destini s’incrociano in una sera; il 13 marzo è la volta di “Dedalo e Icaro”, Compagnia Eco di Fondo: un figlio rinchiuso in un labirinto fatto di troppo amore; il 3 aprile si passa dal teatro alla musica con l’effervescente concerto “SerenVivity” delle Ebbanesis, regine del web grazie al quale sono state lanciate a livello internazionale; il 17 aprile lo spettacolo “Tre cumpari musicanti. Storie minime nella grande storia: briganti, borbonici, francesi”, una mirabile performance di e con l’antropologo narratore Paolo Apolito, accompagnato dal musicista Antonio Giordano (voce, zampogne e chitarra battente), che Artenauta Teatro offre in omaggio alla cittadinanza per i dieci anni dalla nascita dell’associazione teatrale; partner dell’importante evento è la casa editrice Oèdipus di Francesco G. Forte.
L’8 maggio salirà sul palco del Diana la Compagnia Artenauta Teatro con “VincitorieVinti” da Euripide, per la regia di Antonello Ronga; il 29 maggio la rassegna chiude con lo spettacolo della Compagnia Artenauta Teatro, “TU 2.0”, uno spettacolo sul ‘naturale’ specchio dell’IO; regia di Simona Tortora.
Info e prenotazioni: Teatro Comunale Diana, piazza Guerritore 1.
Orario botteghino lun/sab ore 18,00/21,00. Info: 320 55 91 797.

Pubblicità
Continua a leggere
Pubblicità

copertina

16enne si lancia dal quinto piano nella notte, tragedia a Nocera Inferiore

Pubblicato

in

Ancora un suicidio di un adolescente: il terzo in un mese nel nel Salernitano. Dopo i due registrati nella città capoluogo, ieri un altro ragazzo si è tolto la vita lanciandosi dal quinto piano di casa, in piena notte.

Un dramma che ha sconvolto la città di Nocera Inferiore. La vittima è un 16enne. Ad effettuare le prime indagini sono stati i carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, giunti sul posto dietro una segnalazione, in via Ricco, zona periferica cittadina. Poi la corsa in ospedale, dove intanto la famiglia aveva portato il ragazzo, per tentare di soccorrerlo e salvarlo in ogni modo possibile: purtroppo, non c’è stato

Continua a leggere

Campania

Caos ripresa anche nei Tribunali: a Nocera attesa di un’ora per poter entrare

Pubblicato

in

Caos ripresa oggi in molti Tribunali della Campania. In maniera particolare si segnalano le code di un’ora di attesa in quello di Nocera cui gli avvocati sono stati costretti a subire per poter accedere agli uffici e alle udienze. Nonostante l’ingresso fosse per appuntamenti il meccanismo di misurazione della temperatura con termoscanner e poi i controlli di sicurezza hanno finito per ingolfare l’ingresso.

 

La fase 2 per la giustizia mostra una ripresa “rompicapo”: lo osserva anche l’Organismo congressuale forense che ha preparato un dossier sulla situazione nei tribunali italiani.  “Il risultato è un caos generale che, in molti casi, lascia la ripresa dell’attivita’ solo sulla carta – commenta Giovanni Malinconico, coordinatore dell’Ocf – una ripresa finta che coincide con la crisi dei colleghi, che invece chiedono di tornare a poter difendere i diritti dei cittadini nelle sedi naturali ad esse destinate: i tribunali della Repubblica”.

A Napoli la maggior parte delle cause sia civili che penali stanno subendo ulteriori rinvii. Le penali, tranne le urgenti, sono quasi tutte rinviate e non vengono comunicati i rinvii. Per le cause civili che non sono rinviate, i giudici chiedono la trattazione scritta con onere della parte di depositare telematicamente atti già depositati in precedenza in modo cartaceo. Tutto fermo dal giudice di pace.

Continua a leggere

Castellammare di Stabia

Castellammare, un avvocato di Nocera chiedeva la dose di cocaina al clan del Cicerone prima di andare in udienza

Pubblicato

in

Castellammare di Stabia. Figura anche un avvocato del foro di Nocera Inferiore tra gli acquirenti di uno degli indagati finiti in carcere nell’ambito dell’operazione di ieri messa a segno dai carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia e volta a sgominare la piazza di spaccio del “Cicerone” nel quartiere San Marco a Castellammare di Stabia.

 

 

Nell’ambito di tale procedimento sono finiti in carcere Antonio Longobardi, Amedeo Iaccarino, Michele Sarcinelli, Gaetano Suarato, Francesco Elefante, Giovanni Marciano e Nicola Donnarumma. Ai domiliari Antonio Esposito. Sono tutti di Castellammare di Stabia. Nell’ordinanza di custodia cautelare, dove vengono riportati una serie di episodi relativi anche alla cessione di stupefacente figura, insieme a professionisti e imprenditori stabiesi, anche un avvocato del foro di Nocera Inferiore solito fare uso di cocaina che veniva indicata nel corso di conversazioni telefoniche come «pizza di pasta», «pizza di maccheroni» o «uova» mentre il denaro era indicato con il termine «uova». I fatti risalgono al 2018 quando l’avvocato rimprovera il suo pusher, Gaetano Suarato, del fatto che non aveva risposto a telefono «mi devi rispondere, altrimenti non hai rispetto di me ed io non avrò più rispetto di te… sono arrivate le uova?».

Suarato si giustifica dicendo di aver «rimasto il telefono dal barbiere» e l’avvocato gli ordina tre grammi di cocaina dicendo al suo spacciatore di portare con se il bilancino per essere sicuro della pesata «portati il bilancino, se no non mi prendo la roba..» La avveniva sia a Castellammare di Stabia che a casa del legale nell’agro-nocerino. Il pagamento, invece, non sempre al momento della consegna che veniva differito all’indomani. «Ti aspetto a casa che ho gli asparagi selvatici che mi ha chiesto Maurizio perché qualche ora fa e così estinguo la promessa. Alle 11 ho tribunale vola prima che puoi…». In un’occasione le cessioni sono due. In serata l’avvocato si reca a Castellammare di Stabia per prelevare la «pizza di pasta» e si lamenterà poi perché il pusher non aveva evado la sua richiesta. Una sola dose al posto di due «Una sola pasta? Mi hai portato la pizza di maccheroni è una sola fetta però». A mezzanotte invece è il pusher che si reca a casa dell’avvocato e il pagamento avviene il giorno seguente quando l’acquirente lo ricontatta per dirgli di passare a ritirare il denaro «Ti piace il coniglio? Allora vieni un momento… me l’hanno portato». Chiaro per gli investigatori il riferimento al denaro e al pagamento dello stupefacente.

Continua a leggere
Pubblicità