24.5 C
Napoli
venerdì, Luglio 3, 2020

Investe un bimbo di due anni e scappa: è caccia all’uomo. Il piccolo in coma in ospedale

Pubblicità

DALLA HOME

L’impatto è stato tremendo. Come spesso accade in momenti così tragici, tutti si sono fermati, ma non lo ha fatto chi ha provocato l’incidente, che ha fatto perdere le proprie tracce dileguandosi a tutta velocità nel traffico del mattino. E lasciando sulla strada un bambino di due anni, investito da un’auto mentre era sul passeggino spinto dalla madre. Ora il piccolo è in coma, all’ospedale di Bergamo, e le sue condizioni per i medici sono critiche. E’ accaduto ieri a Coccaglio, nel Bresciano, in via Achille Grandi, la strada provinciale del paese, con madre e figlio piccolo, che erano appena usciti di casa e stavano attraversando sulle strisce pedonali, quando un’auto li ha investiti. La donna è stata sfiorata, mentre il piccolo è stato sbalzato dal passeggino e scaraventato violentemente sull’asfalto, pare secondo i primi rilievi a diversi metri di distanza rispetto al tratto di strada dove è avvenuto l’incidente. “E’ stata un’auto piccola e di colore scuro” ha detto subito la madre del bambino, che parla molto poco l’italiano. La donna è stata immediatamente raggiunta dal marito, che ha tradotto per la moglie mentre il bambino riceveva i primi soccorsi. La famiglia abita in una palazzina che si affaccia proprio sulla strada provinciale teatro dell’investimento, avvenuto in un momento di massima concentrazione di traffico da un senso e dall’altro di marcia. Sono stati i passanti a lanciare l’allarme poco dopo le 8.30 e a soccorrere per primi la madre e il bambino. La donna non ha riportato ferite, mentre il bimbo è stato trasferito in elisoccorso all’ospedale di Bergamo, dove è ricoverato in coma a causa di un grave trauma cranico. Le sue condizioni sono critiche. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Chiari, che stanno visionando i filmati delle telecamere di sicurezza installate sulla strada per cercare di individuare il responsabile dell’investimento, che non si è fermato a prestare soccorso. Il pirata della strada, secondo il racconto di alcuni testimoni, ha prima rallentato dopo l’investimento, per poi accelerare e scappare. Le forze dell’ordine ora sono alla ricerca di un’utilitaria che ha colpito il passeggino del bambino sbalzandolo ad almeno cinque metri di distanza, stando ai primi rilievi. Guardando i video delle telecamere, installate a un semaforo di distanza dalle strisce pedonali teatro dell’incidente, carabinieri e polizia locale avrebbero individuato almeno una decina di vetture che potrebbero corrispondere a quella del pirata e stanno risalendo ai proprietari per capire quale effettivamente abbia travolto madre e figlio. Determinante è stato il racconto degli automobilisti, sia di quelli che hanno preceduto la vettura dell’investitore sia di quelli che arrivavano dal senso di marcia opposto, oltre che ovviamente alla testimonianza della madre della piccola vittima, per la quale la vettura che ha investito il suo bambino sarebbe piccola e di colore scuro. Fatti i dovuti riscontri, dunque, il pirata avrebbe le ore contate e andrà incontro a una denuncia per omesso soccorso.

Pubblicità
Pubblicità

I FATTI DEL GIORNO

clan troia immacolata iattarelli

Napoli, clan Troia: in Appello confermate le condanne ai vertici

Napoli, clan Troia: in Appello confermate le condanne ai vertici. Quasi tutte confermate, in secondo grado, le condanne inflitte dal Tribunale di Napoli esattamente...
gattuso

Calcio Napoli, Gattuso: Ci siamo fatti gol da soli, sono arrabbiato

Calcio Napoli, Gattuso: Ci siamo fatti gol da soli, sono arrabbiato. "Abbiamo commesso due errori, ce li siamo fatti da soli i gol. La...
atalanta

Dieci minuti da incubo per il Napoli e l’Atalanta ne fa due

Dieci minuti da incubo per il Napoli e l'Atalanta ne fa due.  L'Atalanta batte il Napoli 2-0 nella penultima partia della trentesima giornata e...
raccolta rifiuti avellino

Guasto all’ impianto di raccolta rifiuti di Avellino, si ferma la raccolta

Un guasto improvviso alla linea di produzione e lo Stir di Avellino si ferma, almeno fino a sabato prossimo. L'impianto per il trattamento dei rifiuti...
8xmille alla Chiesa Cattolica

8xmille alla Chiesa Cattolica: la Casa delle donne in provincia di Benevento, un luogo...

In provincia di Benevento, precisamente a Cerreto Sannita, c’è una Casa in cui le donne che hanno conosciuto la violenza, possono finalmente conoscere la...