Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Attualità

Il consiglio dei ministri approva la riforma del processo civile: tutte le novità

Pubblicato

in



Il Consiglio dei ministri, riunitosi ieri sera alle ore 21.15 a Palazzo Chigi, ha approvato, su proposta del Ministro della giustizia Alfonso Bonafede, un disegno di legge di delega al Governo per l’efficienza del processo civile e per la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie. Il testo, spiega il comunicato emesso al termine del Cdm, “contiene disposizioni destinate a incidere profondamente sulla disciplina del contenzioso civile, nell’ottica della semplificazione, della speditezza e della razionalizzazione delle procedure, fermo restando il rispetto delle garanzie del contraddittorio”. Tra le novità più significative che vengono sottolineate nel comunicato, “la riduzione dei tempi del processo, attraverso la compressione dei termini per lo svolgimento delle varie fasi e l’obbligo, da parte del giudice, quando provvede sulle istanze istruttorie, di predisporre il calendario delle udienze nonché, per le parti, l’obbligo di deposito dei documenti e degli atti esclusivamente con modalità telematiche”. Inoltre, “a scopi deflattivi del contenzioso, si amplia il catalogo delle controversie nelle quali è obbligatorio il preventivo tentativo di risoluzione alternativa, che viene invece escluso, quale condizione di procedibilità, in alcuni settori nei quali non ha funzionato adeguatamente (responsabilità sanitaria; contratti finanziari, bancari e assicurativi)”. Si interviene anche per la semplificazione e la riduzione dei riti, “con la revisione della disciplina del processo di cognizione di primo grado nel rito monocratico e la riduzione del novero dei casi in cui la competenza è attribuita al tribunale in composizione collegiale. In coerenza con le nuove disposizioni, si dispone che anche il processo davanti al giudice di pace si svolga sul modello di quello davanti al tribunale in composizione monocratica, eliminando il tentativo obbligatorio di conciliazione”. In tema di espropriazione immobiliare, “si introducono nuove norme che mirano da un lato a una maggior tutela del debitore, dall’altro alla riduzione dei tempi e dei costi, a vantaggio del creditore, con la previsione che il debitore possa essere autorizzato dal giudice a vendere direttamente il bene pignorato”. Infine, “particolare attenzione viene riservata dal testo al procedimento per lo scioglimento delle comunioni, che risulta oggi tra quelli con durata più elevata. Poiché lo strumento della mediazione si è rivelato in questa materia particolarmente efficace, si introduce uno speciale procedimento di mediazione, che dovrà essere condotto da un mediatore, avvocato o notaio, iscritto in uno speciale elenco e si prevede che, in caso di esito negativo della mediazione, la relazione finale redatta dal mediatore sia assunta come base per il successivo procedimento contenzioso”.

Continua a leggere
Pubblicità

Curiosita e Passatempo

GIAPPONE 117 anni e 260 giorni Nuovo record per la donna più vecchia del Mondo

Pubblicato

in

E’ la giapponese Kane Tanaka la donna più longeva nel suo paese e nel mondo

La signora Kane Tanaka, che ha appena compiuto 117 anni e 260 giorni , ha fissato un nuovo record per stabilire l’essere umano più longevo del Mondo.Con questo nuovo primato ha superato il precedente recordo che apparteneva ad uomo anche lui giapponese.

L’anziana signora che è inclusa nel Guinness dei primati come la persona più anziana del pianeta, è anche diventata la donna più anziana della storia del Giappone. Intervistata ha detto che questo primato per lei non è nulla di importante poichè vorrebbe raggiungere la cifra tonda dei 120 anni.
Nata il 2 Gennaio del 1903 nella prefettura di Fukuoka ,vive ancora nel posto dove è nata un secolo più tardi e vive in una struttura dove viene assistita giorno e notte.La sua ricetta per una vita lunga e longeva è mangiare cose sane e di qualità e tenere la mente allenata con cruciverba,calcoli a mente secondo i media giapponesi.

Il Giappone in effetti si differenzia da tutti gli altri paesi per la longevità dei suoi abitanti : sono più di 80.000 i centenari nel paese di cui l’88% di loro sono donne.

Continua a leggere



Attualità

CORAGGIOSO TREVISO Bimbo di 6 anni dimenticato sull’autobus,sfonda il vetro e si libera

Pubblicato

in

Storia per fortuna a lieto fine quella raccontata da tgcom e riportata da “la tribuna di treviso” di un bimbo di soli 6 anni che si libera dall’autobus in cui era stato dimenticato

E’ successo nella zona di  Treviso , un bimbo di 6 è stato dimenticato sul bus che lo riportava a casa da scuola.Una volta capito di essere stato lasciato solo non si è perso d’animo ma ha preso il martelletto di sicurezza, ha sfondato un vetro ed è uscito. Ha riportato solo un piccolo taglio e per fortuna è stato notato da alcune donne alle quali ha raccontato il brutto episodio.Le signore si sono subito attivate per riportarlo a casa e affidarlo alla madre.Il bus sul quale il piccolo è stato “dimeenticato”  fa anche servizio per una serie di plessi scolastici a cavallo tra le province di Venezia e Treviso e a bordo oltre all’autista c’è anche una inserviente che segue i bimbi.
Ma il bimbo durante il viaggio di ritorno a casa  si è addormentato e quando è stato il momento di scendere non se n’è accorto. E nemmeno gli altri a bordo si sono accorti di lui e quando si è svegliato si è trovato da solo nel deposito degli autobus con le porte chiuse.Ma indubbiamente non si è spaventato ma anzi ha subito trovato il modo , a soli 6 anni, di uscire dal mezzo e ritornare “libero”. Alla famiglia del piccolo comunque sono state fatte le scuse dai responsabile del servizio Bus scolastico.Una storia a lieto fine.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette