Un “accorato appello per far tornare la serenita’ in casa Napoli poiche’ tutti, insieme, facciamo parte di questa grande famiglia azzurra”. E’ questo il contenuto di un lettera aperta che Antonella Leardi, madre del giovane Ciro Esposito morto a seguito delle ferite nella sparatoria prima della fine di Coppa Italia Napoli-Fiorentina del 2014 a Roma, ha scritto in questi giorni di tensione tra societa’,giocatori e tifosi. Leardi con la lettera “esprimere il nostro immenso dispiacere, per quanto sta accadendo alla nostra amata squadra del cuore, il Napoli. E’ un momento particolare per i nostri colori azzurri, l’ambiente e’ minato da sentimenti che non appartengono alla nostra gloriosa storia. Ma i tifosi hanno bisogno di continuare a sperare ancora, a sognare come non mai e a gioire di piu’! Noi tifosi abbiamo bisogno del nostro Napoli come il Napoli ha bisogno dei suoi tifosi”. La lettera e’ firmata da Leardi, presidente dell’associazione “Ciro vive” e da Giuliana Alinei, una tifosa azzurra francese.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati