Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Quartieri di Napoli

Campagna per la prevenzione delle malattie della retina e del nervo ottico in Campania

Pubblicato

in



La Campagna Nazionale di Prevenzione delle Malattie della retina e del nervo ottico interesserà nei prossimi giorni Napoli, Nola e Salerno.
L’iniziativa, promossa dall’Agenzia Internazionale per la prevenzione della Cecità-IAPB Italia Onlus, prevede la permanenza nelle tre localtà campane, dalle 10,00 alle ore 18,00, di una grande struttura ambulatoriale mobile – un tir hi-tech – dotata di più postazioni, presso la quale sarà possibile effettuare gratuitamente controlli oculistici ad alta tecnologia
su retina e nervo ottico, riservati a persone di età superiore ai 40 anni.
Le tappe in Campania del tappe a Napoli (23, 24 e 25 novembre – piazza degli Artisti- zona Vomero), Nola (26,27 e 28 novembre –  Piazza Duomo) e Salerno (29,30 novembre e 1° dicembre – Piazza Casalbore). Entro il 2021 la Campagna toccherà tutte le regioni italiane.La fase campana della campagna itinerante sarà presentata il 23 novembre a Napoli in piazza
Degli Artisti, alle ore 10,00, presso la stessa struttura mobile all’interno della quale saranno effettuati gli esami oculistici, nel corso di una conferenza stampa cui prenderanno parte il Presidente della V commissione Sanità del Consiglio della Regione Campania, On. Stefano
Graziano, l’On, Paolo Russo, Presidente dell’Intergruppo Parlamentare per la Tutela della Vista,  l’Avv. Giuseppe Castronovo, Presidente dell’Agenzia Intenazionale per la Prevenzione della Cecità – IAPB Italia Onlus e i massimi esponenti della sanità della Regione e della comunità
medico-scientifica.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Coronavirus, mancano i dispositivi: chiuse 4 scuole a Napoli

Pubblicato

in

Coronavirus, mancano i dispositivi: chiuse 4 scuole a Napoli. Il Presidente quarta municipalita’, rassicurati che a breve la consegna.

 

“Abbiamo avuto rassicurazioni dal Comune di Napoli che provvederanno a consegnare i dpi entro pochissimo tempo, probabilmente gia’ domani”. Giampiero Perrella, presidente della Quarta municipalita’, spiega che appena avverra’ la consegna saranno riaperte le 4 scuole che sono state chiuse per mancanza di Dpi e segnaletica orizzontale e verticale antiassembramento. Una mancanza, unita al diniego del personale di Napoliservizi di rilevare la temperatura, che ha spinto la Municipalita’ a chiudere 4 istituti: due sono scuole dell’infanzia la Beltramelli e la Chiara d’Assisi, due asili nido Bice Zona e Partenope.

La decisione e’ maturata in seguito a un sopralluogo “all’esito del quale e’ stata riscontrata l’assenza dei dispositivi di sicurezza e del personale preposto, come invece era stato assicurato dal Comune centrale solo pochi giorni fa”. Lo scorso venerdi’, come ha spiegato Perrella, “in una riunione al Comune, ci era stato assicurato che sarebbe arrivato tutto l’occorrente entro l’apertura”. “Ma siamo gia’ di fronte a un ritardo – sottolinea – considerando lo slittamento dell’avvio dell’anno scolastico. Non si puo’ arrivare al 28 senza avere l’occorrente per far partire la scuola, in violazione delle normative anti covid”.

“Siamo purtroppo in tanti a trovarci in questa situazione – aggiunge – non solo noi della Quarta municipalita’, ma anche in altre”. Tra le altre cose, come ha evidenziato Perrella, “poiche’ in Consiglio comunale non e’ stata approvata la delibera per l’assunzione di maestre, ci hanno mandato meno maestre”. Come conseguenza “abbiamo dovuto ridurre da 4 a 3 le sezioni nei plessi”. “Non comprendiamo, inoltre – prosegue – il diniego personale Napoli Servizi che si e’ rifiutato di effettuare la sanificaizone e rilevare le temperature”.

“Dobbiamo usare la massima cautela per garantire la sicurezza alla salute – conclude – e’ inammissibile che nonostante ci sia stato tempo a disposizione si debba arrivare al giorno dell’apertura senza che la consegna dei materiali sia avvenuta”.

Continua a leggere



Cronaca Napoli

Napoli, assembramenti in via Mezzocannone: sanzionate 5 persone

Pubblicato

in

Napoli. Assembramenti in via Mezzocannone: sanzionate 5 persone.

Domenica notte gli agenti del Commissariato Decumani e dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Mezzocannone per segnalazioni di assembramenti in strada e musica ad alto volume.
Una volta sul posto i poliziotti hanno visto numerose persone che sostavano presso un bar e hanno sanzionato 5 di esse per il mancato rispetto del distanziamento sociale e perché non indossavano la mascherina.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette