Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Caserta e Provincia

Camorra, processo all’ex ministro Landolfi: i tanti ‘non ricordo’ del pentito in aula

Pubblicato

in



 Tanti “non so” e “non ricordo”, intervallati da una serie di contraddizioni logiche, quelli pronunciati dal collaboratore di giustizia Giuseppe Valente, ex presidente del Consorzio rifiuti Caserta4 risultato infiltrato dalla camorra casalese, nel corso del processo in corso al tribunale di Santa Maria Capua Vetere a carico dell’ex ministro della Telecomunicazioni , ex esponente di An e Pdl, imputato per corruzione e truffa con l’aggravante mafiosa, ovvero per aver agevolato il clan dei Casalesi. Valente, le cui dichiarazioni contribuirono a far condannare per concorso esterno in camorra l’ex sottosegretario del Pdl Nicola Cosentino, è stato sentito una seconda volta al processo Landolfi dopo essere già venuto a testimoniare nel 2016; allora la difesa dell’ex parlamentare e l’accusa (sostituto della Dda di Napoli Simona Belluccio) si erano accordati per l’acquisizione delle dichiarazioni rese da Valente alla Dda e in altri processi, soprattutto quello a carico di Cosentino, dove Valente parlò per quasi dieci udienze. E’ stata la stessa Corte, presieduta dal giudice Loredana Di Girolamo, a convocare Valente – già condannato definitivamente per la vicenda del Consorzio – quando ormai l’istruttoria era chiusa e il processo sembrava destinato ad andare a sentenza. “Abbiamo deciso di risentirla – ha detto oggi il presidente – perché leggendo le sue dichiarazioni abbiamo notato che ci sono più valutazioni conclusive che fatti”.

Continua a leggere
Pubblicità

Attualità

Rapinavano fattorini della pizza, arrestata coppia di fratelli

Pubblicato

in

Due fratelli, monzesi di 39 e 42 anni, sono stati arrestati dalla Squadra Mobile della Questura di Monza con l’accusa di aver messo a segno almeno tre rapine ai danni di giovani fattorini dediti alla consegna delle pizze, anche minorenni.

In tutte e tre le occasioni la coppia di malviventi ha atteso l’arrivo del giovanissimo lavoratore a cui venivano forniti indirizzi di consegna a caso, per poi piombargli alle spalle a bordo di uno scooter a tutta velocita’ e, caschi integrali sul volto, farsi consegnare denaro e averi sotto la minaccia di una pistola.

Uno dei due fratelli e’ anche accusato di un ulteriore episodio di rapina e di una estorsione ai danni di un conoscente dal quale si era fatto prestare l’auto, che avrebbe restituito solo dietro il pagamento di un’ingente somma di denaro. Pena, l’intervento di amici “malavitosi”. Entrambi, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Monza, sono stati rintracciati dalla Mobile a casa di alcuni parenti, a Caserta.

Continua a leggere



Campania

Terra dei fuochi, gestione e smaltimento illecito di rifiuti: 22 denunciati

Pubblicato

in

Terra dei fuochi, gestione e smaltimento illecito di rifiuti: 22 denunciati

Ieri ha avuto luogo la nona azione di controllo straordinario per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti nel territorio nei Comuni di Sant’Antimo e Grumo Nevano per la Provincia di Napoli e nei Comuni di Sessa Aurunca e Cellole per la Provincia di Caserta. Nell’ambito dell’operazione “Action day”ono state controllate 6 attivita’ imprenditoriali e commerciali, di cui 5 sanzionate, 66 persone identificate, di cui 22 denunciate tra lavoratori irregolari e rei di illeciti ambientali, 5 auto/autocarri controllati, oltre 100 mq di aree sequestrate e 47mila euro di sanzioni comminate. Gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni i reati contestati. In campo 19 equipaggi per un totale di 50 unita’ interforze appartenenti al Raggruppamento Campania dell’Esercito, alla Guardia di Finanza Territoriale di Frattamaggiore (Na), alla Guardia di Finanza Roan di Napoli, ai Carabinieri Forestale di Napoli, alla Polizia di Stato di Frattamaggiore (Na), ai Carabinieri della Tenenza di Frattamaggiore (Na), alla Polizia di Stato di Sessa Aurunca (Ce), ai Carabinieri Forestale di Piedimonte Matese (Ce), alla Polizia Provinciale di Caserta, alla Guardia di Finanza Territoriale di Sessa Aurunca (Ce), ai Carabinieri di Sessa Aurunca (Ce), alla Polizia Municipale di Cellole (Ce) e ASL di Sessa Aurunca (Ce).

 

Continua a leggere



Le Notizie più lette