Napoli. Non hanno ancora preso ufficialmente il via le e già sono iniziate le truffe e i raggiri per atleti e turisti che partecipano alla manifestazione. Ieri pomeriggio infatti uno dei volontari addetti al controllo e all’accompagnamento degli atleti nel porto di è stato picchiato selvaggiamente da altri giovani che fanno il suo stesso ‘lavoro’. E’ un giovane originario di Scafati che è arrivato sanguinante e in lacrime al Pronto soccorso dell’ospedale Loreto Mare e dopo essere stato medicato ha raccontato una storia che potrebbe sembrare inverosimile ma che purtroppo è vera e getta le prime ombre sull’organizzazione della manifestazione. Il giovane è stato picchiato perché aveva fotografato e redarguito alcuni suoi colleghi che “affittavano” dietro pagamento ai turisti gli scooter parcheggiati nel villaggio olimpico del porto e destinati allo spostamento degli atleti delle Universiadi. Il ragazzo è stato avvicinato dal gruppetto che lo aveva notato fotografare e quando questi gli ha detto: “Ma che state facendo?” per tutta risposta ha ricevuto calci e schiaffi e la minaccia: “Ti devi afre i c… tuoi”. Il ragazzo ha sporto denuncia e ora sulla vicenda indaga la polizia.

LEGGI ANCHE  Napoli: approvata la proroga per i vigili a tempo determinato

Carlo Landolfi

ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Positano gourmet, a cena con le stelle

Notizia precedente

La pesante accusa del gip di Roma: ‘Al Tribunale di Napoli c’è un gruppo che influenza i processi’

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..