la nipote del boss fermata con una pistola carica e pronta a sparare



Gragnano. Girava armata con un pistola carica e pronta a sparare. E per questo che è stata arrestata Maria Carfora, 40 anni, nipote del famoso boss ergastolano Nicola ‘o fuoco ex cecchino del clan Imparato negli anni Novanata. La donna, che ha precedenti penali, è stata sorpresa dai carabinieri  in possesso di una pistola Walther P38 calibro 9, illegalmente detenuta, con 2 cartucce calibro 9 parabellum nel caricatore. Arma e munizioni sono subito state inviate al servizio di controllo balistico per verificare se la pistola ha fatto fuoco di recente. Si sospetta infatti che sia stata utilizzata nei giorni scorsi per sparare contro l’abitazione del boss Leonardo Di Martino o’ lione e che avrebbe causato il ferimento del figlio del padrino che però si è reso irreperibile. Su disposizione del pm Andreana Ambrosino, di turno alla Procura di Torre Annunziata, la 40enne è stata subito accompagnata nel penitenziario femminile di Pozzuoli in attesa della convalida.Gli investigatori stanno cercando riscontri e soprattutto stanno cercando di capire i contrasti che sono sorti ultimamente tra le due famiglie che gestiscono il traffico di droga insieme con i “pimontesi”.

LEGGI ANCHE  Agguato ad Arzano, due dei cinque feriti vittime innocenti

 

ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Domenica 30 giugno al Napoli Teatro Festival Italia: il programma della giornata

Notizia precedente

Serena Rossi: tra cinema, tv e il sogno di Sanremo

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..