Rocco Morabito, esponente della ‘Ndrangheta, è evaso dal carcere centrale di Montevideo, in Uruguay, assieme ad altri tre detenuti. Lo scrive il quotidiano locale El Observador che cita il ministero dell’Interno. I quattro detenuti sono fuggiti nelle prime ore della mattina attraverso un buco fatto nel tetto dell’edificio. Morabito, 53 anni, era stato arrestato nella capitale uruguaiana nel 2017 ed era in attesa della decisione sulla sua estradizione in Italia dove e’ ricercato da oltre 23 anni. Dopo aver fatto un buco e’ salito su una terrazza del carcere e da li’, attraverso una finestra, è entrato nell’appartamento di un’anziana vicina. Questa, riferiscono gli inquirenti, la dinamica della fuga del boss della ndrangheta: Morabito, scrive il quotidiano “El Observador” che è riuscito a intervistare la proprietaria dell’appartamento, ha fatto irruzione insieme ai suoi complici ed ha ottenuto le chiavi del portone dell’edificio che si trova a ridosso del penitenziario, nel centro della città, per poi darsi alla fuga. La polizia, riferiscono le autorità, ha messo in atto un’estesa operazione di ricerca in tutta la città ed emesso un allerta anche per le zone di confine. Secondo quanto riferisce la testata, il boss avrebbe anche rubato del contante alla settantenne proprietaria dell’apartamento. Morabito, condannato in contumacia dalla magistratura italiana a 30 anni di carcere per traffico di droga, era in attesa di essere trasferito nel nostro paese dopo che la giustizia locale aveva concesso l’estradizione lo scorso mese di marzo. Le prime informazioni raccolte dalle autorità indicano che il boss della mafia calabrese e’ riuscito a fuggire insieme ad altri due detenuti dalla terrazza del carcere ubicato nel pieno centro della capitale. L’uomo, 53 anni, era stato arrestato nel settembre del 2017 in un hotel di Montevideo dopo 23 anni di latitanza. Morabito si celava dietro la falsa identità di un imprenditore brasiliano di 49 anni, di nome Francisco Cappelletto.

LEGGI ANCHE  Napoli, scontro tra auto e moto a Scampia: 2 morti
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

A 50 anni dallo sbarco sulla Luna una mostra ne fa rivivere l’emozione e racconta l’evoluzione della scienza astronomica tra suggestioni fantastiche e canzoni d’amore

Notizia precedente

Maxi frode in Irpinia, lavori mai eseguiti

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..