Napoli, vincere con l’Inter per salutare i tifosi alla grande

Napoli prepara il saluto ai suoi tifosi in un San Paolo che si avvia a cambiare pelle. Nello stadio sono gia’ in corso importanti lavori di restyling, in vista delle Universiadi che si svolgeranno nel mese di luglio. Subito dopo la partita con l’Inter, ultimo appuntamento della stagione nell’impianto di Fuorigrotta, verranno intensificati i lavori di rimozione di tutti i seggiolini e la sostituzioni con i nuovi e saranno piazzati due grandi tabelloni luminosi. Nel frattempo, pero’, c’e’ da giocare una gara, quella con l’Inter che se non e’ particolarmente sentita dal pubblico – visto che il Napoli, ormai secondo in classifica e qualificato per la prossima Champions League, non ha piu’ nulla da chiedere al campionato – e’ attesa invece con un certo interesse da Ancelotti e dai giocatori azzurri. Quanto accadde all’andata, infatti, non e’ stato dimenticato. A San Siro ci furono una serie di episodi sfavorevoli al Napoli, il piu’ importante dei quali l’espulsione di Koulibaly. Il difensore senegalese fu mandato anzitempo negli spogliatoi dall’arbitro Mazzoleni che aveva polemicamente applaudito dopo un’ammonizione. La reazione, secondo lo stesso Koulibaly e secondo Carlo Ancelotti, era rivolta ai cori razzisti sentiti a lungo durante la partita. La gara fu poi vinta dall’Inter con un gol nel finale di Lautaro Martinez. Il precedente dell’andata contribuisce a mettere un po’ di sale in una minestra che diversamente sarebbe risultata sicuramente poco saporita. L’Inter e’ in piena lotta per la qualificazione alla Champions League che, quando mancano due giornate alla fine del campionato, non ha ancora raggiunto. Il Napoli provera’ a fare uno sgambetto ai nerazzurri, anche per salutare con un risultato prestigioso i propri tifosi. Oggi la squadra si e’ allenata a Castel Volturno con molta intensita’, nonostante l’inclemenza del tempo. Una particolare attenzione e’ stata riservata da Ancelotti alla preparazione tattica della gara con la squadra di Spalletti. Diawara, dopo il lungo periodo di due mesi di assenza, dovuto alla frattura di un osso del piede riportata al termine della sfida contro il Salisburgo in Europa League, e’ rientrato nel gruppo con il quale ha svolto tutto l’allenamento. Il calciatore guineano potra’ dunque riprendere il suo posto in squadra nelle ultime due partite della stagione. Hanno invece svolto lavoro differenziato Insigne, Ounas e Maksimovic, gia’ assenti nella partita di domenica scorsa a Ferrara con la Spal, le cui condizioni dovranno essere valutate nei prossimi giorni.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati