Bimba rapita in Belgio e portata in Nigeria: arrestato all’aeroporto di Napoli il presunto padre nigeriano

Napoli. Era ricercato dalle autorità europee per sequestro di persona: domenica è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile sezione Criminalità Straniera Henry Diji Udokanma, cittadino nigeriano, di 41 anni, destinatario di mandato di arresto europeo, richiesto dalle autorità del Belgio, per sequestro di persona a danno di una minore. Lo straniero dal 2016  aveva avviato una controversia giudiziale per essere dichiarato padre biologico di una bambina nata in Belgio nel 2003. L’istanza, tuttavia, non era stata accolta dall’autorità giudiziaria belga. Nell’estate del 2016 il 41enne aveva sequestrato la giovane, portandola con sé in Nigeria, non restituendola alla madre nonostante i numerosi solleciti. Nel 2017, pertanto, era scattata la richiesta di arresto europea. L’uomo segnalato nel territorio nazionale è stato monitorato nei suoi frequenti spostamenti, anche verso l’estero. Dopo vari mesi di incessanti servizi per rintracciarlo è stato individuato a bordo di un volo atterrato domenica 21 all’aeroporto di Capodichino, dove era atteso dai poliziotti della sezione criminalità straniera della squadra mobile e dell’ufficio di frontiera aeroportuale che lo hanno arrestato e condotto a Poggioreale. L’uomo rischia una condanna a 10 anni di reclusione.

Redazione
Contenuti Sponsorizzati