Non si placa la della in Campania: visite ispettive negli istituti penitenziari della Regione per documentare le difficili condizioni di lavoro. Le organizzazioni sindacali della hanno diffuso una nota annunciando nuove forme di nelle carceri campane. “A partire dal 5 marzo inizieranno una serie di visite ai luoghi di lavoro nei diversi Istituti Penitenziari della regione, al fine di documentare le precarie condizioni lavorative dei poliziotti penitenziari, con acquisizione dei brogliacci e riprese foto-video – si legge nella nota -. Le delegazioni, composte dalle segreterie Regionali, raccoglieranno le risultanze delle visite ispettive in un dettagliato che sarà inoltrato alle autorità politiche e amministrative affinchè prendano coscienza di una situazione oramai non più sostenibile. La iniziata in Campania sta facendo eco a livello nazionale: nella giornata di ieri infatti anche le Segreterie Generali e Nazionali, su impulso anche delle Segreterie Regionali, in un documento congiunto, hanno proclamato lo stato di agitazione nazionale con interruzione delle relazioni sindacali che culminerà in un grande
di il giorno 27 marzo a Roma con contestuale conferenza stampa.
La protesta ormai dilaga ed è giunta vertici politici e amministrativi, il cui perdurante silenzio ed immobilismo ha contribuito ad aggravare ulteriormente il disagio lavorativo degli uomini e delle donne in divisa”.



Cronache Tv



Altro Cronaca

Ti potrebbe interessare..