Seguici sui Social

Cronaca Giudiziaria

‘Mi hai venduto il sapone’, il cliente dei pusher della Penisola si lamentava e non voleva pagare. LE INTERCETTAZIONI

Pubblicato

in


Pubblicità


Come qualsiasi attività imprenditoriale succede che clienti tardino a saldare i pagamenti così succedeva anche agli spacciatori coinvolti nell’operazione “Terra delle Sirene” eseguita dai carabinieri della Compagnia di Sorrento. Nelle pagine di ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Antonello Anzalone tra i vari episodi vi è il caso di un cliente di De Lisio Viviana, alias ‘a Chiatta, che deve riscuotere una somma da un cliente. Questa somma, però, tarda ad arrivare. Lo stesso cliente, inoltre, lamenta alla De Lisio che la sostanza venduta era di bassa qualità. Dalle conversazioni intercettate appunto si legge l’assuntore che si lamenta con la spacciatrice “era sapone” dice. Oltre alla mancata riscossione la De Lisio subisce anche la pressione del suo fornitore Luigi Cioffi, Bubù, che la rimprovera del fatto che lei “consegna roba a pagherò”. Inoltre Bubù rimprovera De Lisio anche del fatto che scende tardi probabilmente si riferisce al fatto che l’orario nel quale scende Viviana non è consono per spacciare ma lei replica che era rimasta solo con due cosi (due dosi ndr). Nell’auto con Bubù racconta di aver avuto una discussione con Vincenzo, un cliente che oltre ad essere cattivo pagatore lamenta anche della qualità della sostanza. Viviana De Lisio fa ascoltare a Bubù il messaggio vocale che lei stessa ha inviato al suo cliente in riferimento ai debiti. Il cliente, Vincenzo, non risponde a telefono così De Lisio contatta la fidanzata dicendo che se non paga la prossima volta manderà Bubù a risolvere il problema.
De Lisio: “Ma Vincenzo che fine ha fatto?
Fidanzata: “Allora ieri è andato a lavorare”
De Lisio: “Io lo sto scrivendo, questo a mè per il culo non mi deve prendere perché capito che”
Fidanzata: “No ma quello i soldi te li da Viviana, figurati”
De Lisio: “Che quello lo so ma io cè li devo dare quello mi martella Tiziana ma chè ha capito io mò ci mando a Gigino (Bubù) non voglio sapere niente eh”
La conversazione continua tra le due ragazze.
De Lisio: “Va bene comunque ci mando a questo non me ne fotte proprio ci mando pure quattro cinque ragazzi, deve avere una madonna di paliata così ma no per quello così si impara una volta e buona che ste stronzate non le deve fare”
Fidanzata: “Mah quello non lo vedi come sta Viviana tu mi fai morire tu…”
De Lisio: “Io sono io che sbaglio già io ho sbagliato”
Fidanzata: “Ciè dopo un certo punto…inc….”
De Lisio: “Si ma non mi dire domani domani e poi….”
Fidanzata: “Si perché quello pensa sempre che il masto di quello gli dai soldi domani il masto di Luca quello è peggio di lui”
De Lisio: “Eh non glieli ha dati proprio questo”
Fidanzata: “No quelli non li ha avuti proprio”
De Lisio: “Ah va bene”
Fidanzata: “Non li ha avuti ancora poi quello chè ha detto a me Viviana”
De Lisio: “Quello chè ha detto lui”
Fidanzata: “Quello chè ha detto lui”
De Lisio: “Li ha avuti e come se li ha avuti ne T.”
Fidanzata: “Quello chè ha detto a me
De Lisio: “Eh mo ci andava”
Fidanzata: “Quindi …”
De Lisio: “Ha detto una palla”
Fidanzata: “Ah figurati ha detto a me”
De Lisio: “Aspetta mi devo lavare le mani… no e è bugiardo”
Fidanzata: “Ah questo sicuro”
De Lisio: “Non si fa cosi”
Fidanzata: “Questo proprio e là …. no sai cosa è”
De Lisio: “Ma poi a me sai T. mi ha messo in difficoltà con quello perché tu cioè …”
Fidanzata: “Sai quale è il problema ?”
De Lisio: “Li conosci a sta gente come sono”
Fidanzata: “Che dice bugie anche quando non servono ormai lui sta in quella palla che dice puttanate a non finire pure se non servono capito moh lascia stare il tuo caso”
De Lisio: “Lo sai chè cosa è T. io c’è li potrei anche mettere però io devo stare apparare anche i miei cioè io già devo apparare i miei non è che posso apparare anche quelli degli altri hai capito”

Pubblicità

Il cliente manda un messaggio vocale alla De Lisio giustificandosi del mancato pagamento perché il datore di lavoro non aveva provveduto a pagarlo. Di seguito la trascrizione.
“(messaggio audio) Viviana lo so che sono un uomo di merda … sono andato a lavorare e non mi hanno pagato né sabato né lunedì né martedì. .. me l’hanno proprio “c… in c….l” … hai capito qual è il problema a lavorare con i compagni … non hanno pagato a lui e non hanno pagato neanche a me … per sabato ti do questi soldi. .. non ti preoccupare … non dirmi niente … non mi dire proprio niente … lo so che sono un “uomo di merda” cosa devo dirti. .. ma non li tengo …. me l’hanno “c… in c…” … questo è il problema … ciao”
De Lisio: (messaggio audio) “qua ti stiamo aspettando ancora …”
De Lisio: “Grande chiavica vedi come devi fare”
Vincenzo: (messaggio audio) “domani sera sono da te … ok … sono già nel letto, stasera vado a
coricarmi. .. domani mi pagano e ti pago io … va bene? ciao … sono una grande “chiavica” … lo so”
De Lisio: “Forse non hai capito che io già ho i miei debiti”
De Lisio: “Bn mi prendere x il culo”
Vincenzo: (messaggio audio) “non ti prendo per il culo … sono stato proprio nella “merda” … adesso domani mi pagano i quattro giorni di lavoro e ti apparo … la settimana scorsa non mi hanno pagato … domani mi pagano tutto … non dirmi niente … sono una “merda” … sono una “merda” me lo hanno c… ”in c…” pure a me … scusami. .. comunque non li hai persi … non avere paura … ciao … ci vediamo domani …”

Continua a leggere
Pubblicità