Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cultura

Piano di Sorrento. Bis per le passeggiate immersive: sabato borghi, Museo Vallet e Villa Fondi

Pubblicato

in

locandina passeggiata 23 febbraio

PUBBLICITA

Le passeggiate immersive nel territorio di si preparano al bis, a gran richiesta. Sabato 23 febbraio, infatti, le associazioni Aria Nuova e Le Chiavi d’Oro Campania Felix torneranno a raccontare potenzialità, ricchezze e risorse carottesi proponendo stavolta l’itinerario intitolato “, e ”.
Sempre con la guida AIGAE , si partirà alle 15.30 da Piazza della Repubblica alla volta dei borghi di Carotto, Gottola, Cassano, S. Giovanni e Ripa di Cassano. Durante l’evento ci sarà la visita al Museo Georges Vallet che ospita la nuova mostra “Surrentum – Vacanze da imperatori” promossa dal Ministero dei Beni culturali, dal Museo archeologico e dal Comune di . Punti di interesse saranno in particolare la seconda parte di Ninfeo di Pipiano e l’atleta di Koblanos, statua in marmo della prima metà del I secolo d.C. ritrovata nel 1889 a Sorrento fra i resti di un’antica villa romana. L’esperienza si concluderà con il tramonto sul mare da Villa Fondi, a sottolineare come l’elemento paesaggistico arricchisca e completi il valore del territorio, anche dal punto di vista turistico. La visita guidata è aperta a tutti, adatta anche ai bambini, ed è gratuita per i soci delle associazioni organizzatrici Aria Nuova , Le Chiavi d’Oro Campania Felix e per l’Unitre. Quella di sabato 23 febbraio è già la seconda immersiva organizzata da Aria Nuova e Le Chiavi d’Oro Campania Felix. Appena una settimana fa, infatti, l’itinerario con partenza dal mercato ortofrutticolo alla volta del centro storico e delle produzioni locali è stato accolto con entusiasmo e partecipazione al di sopra delle aspettative. Le aziende locali coinvolte – Deia, Torrefazione Maresca, Miele d’Angelo e O’ Professore 1912 – hanno saputo coinvolgere i presenti con la propria passione e la cura della qualità, facendo assaporare, insieme alle bellezze architettoniche, artistiche e antropologiche, anche l’importanza delle produzioni tipiche locali.

Continua a leggere
Pubblicità

Libri

Libri: ‘Premio Strega tutto l’anno’, da domani online ‘Stregonerie’

Pubblicato

in

Libri: ‘Premio Strega tutto l’anno’, da domani online ‘Stregonerie’

 

 

Come tutta la prima parte della stagione, l’incontro si svolgerà online e sarà visibile in diretta sui canali digitali di Stregonerie e Strega Alberti e sulle pagine social del Premio Strega. L’auspicio della direzione della Fondazione Bellonci è di poter riproporre, quando sarà possibile, gli appuntamenti in presenza, anche in base all’evoluzione delle politiche di contrasto alla diffusione del virus e alla valutazione del contesto per la sicurezza di tutti.

Visita il sito: https://www.premiostrega.it/

“Il Covid – hanno dichiarato le curatrici del progetto – ha profondamente cambiato le nostre abitudini e ci impone, ora, uno sforzo di attenzione supplementare, nel rispetto dei nostri ospiti, dei lettori con i quali si conferma un’importante collaborazione e dei lavoratori della ditta Strega che ha ospitato e tornerà a ospitare tutti noi. Un grazie rinnovato per il lavoro di supporto a Strega Alberti Benevento e alla Fondazione Bellonci”.

Segui qui: https://premiostrega.it/PS/streaming/

Continua a leggere

Cultura

Paestum. 3 antiche monete di bronzo consegnate al direttore del Parco

Pubblicato

in

Paestum. Consegnate in forma anonima al direttore del Parco Archeologico, tre antiche monete di bronzo

 

 

Trovate circa trent’anni fa nell’area archeologica di Paestum, tre antiche monete di bronzo sono state consegnate in forma anonima al direttore del Parco Archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel.

I funzionari del Parco stanno provvedendo al restauro e all’inventariazione degli oggetti tra i quali spicca quello che, secondo una prima analisi, sembra essere un Quadrante di II secolo a.C. con testa barbata del dio Nettuno su un lato e l’immagine di un delfino sull’altro. Sotto la rappresentazione del delfino si leggono le lettere PAIS, abbreviazione del nome romano Paistom/Paestum dell’antica colonia ellenica fondata intorno al 600 a.C. sulla costa tirrenica dell’Italia meridionale e chiamata Poseidonia dai Greci.

Si tratta dell’ultima in una serie di restituzioni da parte di persone che hanno deciso di consegnare al Parco archeologico materiali custoditi a casa propria per renderli fruibili al pubblico e alla comunità scientifica, spesso dopo molti anni. “Ringraziamo chi ha fatto un gesto del genere – dichiara il direttore – anche se ricordiamo che è preferibile segnalare subito ogni ritrovamento di carattere archeologico perché solo in questa maniera possiamo risalire al contesto originario degli oggetti che è fondamentale per la conoscenza e per l’inquadramento scientifico dei materiali”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette