Napoli, i vigili si fingono turisti e incastrano i tassisti abusivi

Il Nucleo mobilità turistica della polizia locale di Napoli sulla tratta Stazione Centrale – Poggioreale ha intercettato un uomo con clienti a bordo della sua auto privata che hanno dichiarato di pagare quel servizio. Il conducente è stato contavvenzionato e il veicolo sottoposto a fermo. Intensi sono stati i controlli e gli appostamenti all’Aeroporto a seguito di segnalazioni di abusivi in prossimità della fermata Alibus. Gli agenti, fingendosi turisti, hanno sorpreso un soggetto che aveva adescato stranieri appena arrivati in città con prezzo da pattuire lungo il percorso. È stato sanzionato anche con il fermo amministrativo del veicolo per due mesi e ritiro della carta di circolazione. Sempre all’Aeroporto è stata intercettata un’auto privata, condotta da un soggetto che doveva prelevare una coppia di turisti inglesi con bambina per condurli a un b&b in zona piazza Dante al prezzo di 25 euro. Il veicolo è stato sottoposto a fermo per 60 giorni con ritiro della carta di circolazione e sanzione pecuniaria.Controlli anche alla Stazione Centrale dove un taxi del comune di Pompei aveva prelevato turisti stranieri per portarli agli scavi. Il conducente è stato verbalizzato con segnalazione al comune di provenienza. Multe a un Ncc senza documenti e controlli a 59 taxi, sei dei quali sono stati sanzionati per diverse irregolarità come il mancato rilascio della ricevuta su tariffa predeterminata. Sono stati controllati i posteggi taxi di Piazza Amedeo e via Nisco sanzionando le auto private parcheggiate in divieto.Due bus turistici sono stati controllati e verbalizzati perché parcheggiati in divieto di sosta a viale Gramsci.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati